The Departed – Il Bene e il Male [2006]

«Io non voglio essere il prodotto del mio ambiente… Voglio che il mio ambiente sia il mio prodotto.»

[cit. Frank Costello]

The Departed - Il Bene e il Male

Billy Costigan (Leo Di Caprio) a colloquio con Frank Costello (Jack Nicholson).

Siamo a Boston, Massachusetts. Due ragazzi entrano, dopo anni di addestramenti e dure selezioni, nella Massachusetts State Police. Due brillanti reclute pronte  a servire il Paese anche a costo della vita. Fin qui tutto bene, potrebbe sembrare una tipica fetta di storia americana, invece no. I due ragazzi hanno molto in comune, pur non conoscendosi.

Il primo Colin Sullivan (Matt Damon), d’origine irlandese, vent’anni prima venne entrò a far parte della famiglia di Frank Costello (Jack Nicholson), anch’esso irlandese e boss della malavita locale.

L’altro Billy Costigan (Leonardo Di Caprio), ha avuto origini più umili dal punto di vista economico, ma comunque proveniente da una famiglia con diversi malviventi come suo zio Jackie, famoso per le sue malefatte e suo padre, non proprio uno stinco di santo. Ah dimenticavo… anche lui era d’origine irlandese.

I due provano immediatamente ad arruolarsi, Colin ci riesce subito, dato il suo brillante curriculum e la sua particolare dedizione al lavoro, ovviamente nessuno sa del suo passato, e viene promosso all’istante a detective dell’unità speciale anticrimine, soprattutto grazie agli agganci di Costello nel FBI. Billy invece si ritrova davanti il capitano Queenam (Martin Sheen) e il sergente Dignam (Mark Wahlberg) che anche in modo un po’ cattivo e indignitoso, gli sbatte in faccia il suo passato, i suoi familiari “poco inclini alla legge” e dubita quindi della sua buona fede nel voler fare il poliziotto. L’unica cosa che può fare per servire il suo Paese, è diventare un infiltrato nel giro di Costello per incastrarlo una volta per tutte.  Queenam e il sergente Dignam saranno gli unici a sapere della sua vera identità.

Billy è quindi costretto ad infiltrarsi, si fa quindi arrestare volutamente, si fa notare per spaccio di droga e si avvicina inevitabilmente a Costello che lo inserisce in squadra dopo averlo messo alla prova. In fondo però ha dei dubbi sulla sua vera identità. Inizia quindi ad assistere ad omicidi e a fare da spalla al braccio destro di Frank Costello, Mr. French (Ray Winstone), e nel frattempo passa tutte le informazioni ai suoi superiori. Dall’altra parte, Sullivan comincia a passare le informazioni sui movimenti della polizia a Costello. Le due spie continuano a fare il loro lavoro, rischiando di essere scoperti in più di un’occasione e riuscendo sempre a cavarsela. Ognuno all’oscuro dell’identità dell’altro.

The Departed - Il Bene e il Male

Il sergente Dignam (Mark Wahlberg) e l’agente Sullvian (Matt Damon).

Arriva il momento di agire. Durante uno scambio di denaro/merce per un affare tra Costello e una gang cinese, Costigan e la polizia pianificano tutto alla perfezione, ma Colin informa “suo padre” (Frank Costello) dei dettagli dell’operazione così che il piano della polizia fallisce inesorabilmente. Dal fallimento però, Billy intuisce che all’interno dell’unità anticrimine speciale c’è una talpa ed è più che mai deciso a scoprire chi sia. Colin fa altrettanto chiedendo informazioni dettagliate a Costello sui suoi uomini.

Inizia così una caccia all’uomo da parte di entrambi, che costerà la vita al capitano Queenam, ucciso dagli uomini di Costello che erano lì per beccare il vero informatore. Il capitano era stato fatto pedinare come diversivo da Sullivan che, pur sapendo della sua innocenza, temeva per la sua copertura. Ed era stato lui stesso a mandare gli uomini di Costello ad uccidere la talpa.

Il sergente Dignam infuriato per la morte del collega prende a pugni Sullivan e si dimette. Colin è pressato da una parte dalla polizia dall’altra da Frank che vuole più protezione. Venuto in possesso del cellulare del capitano Queenam, Colin riesce a mettersi in contatto con Billy che lo crede suo collega, e lo informa sui movimenti del Boss che sta per ritirare una partita di cocaina in un vecchio magazzino. Colin però ha saputo che “suo padre” è un informatore protetto dell’FBI e teme che possa denunciarlo. Quindi non passa l’informazione a Costello. Arrivati sul posto Frank e i suoi cadono in trappola, ed è lo stesso Colin a far fuori Costello.

The Departed - Il Bene e il Male

Locandina del film.

A questo punto l’operazione è finita e Billy vuole incontrare Sullivan di persona, per essere ricompensato del suo lavoro. Colin gli offre addirittura la possibilità di avere una medaglia al valore, massima onorificenza per un poliziotto. Ma durante una breve assenza di Colin, Billy capisce che l’infiltrato di Costello nella polizia è lo stesso Colin e quindi scappa via. Dopo qualche giorno Sullivan riceve un pacco da Billy contenente un cd con tutte le registrazioni con tutte le sue conversazioni con Costello. La sua fidanzata Madolyn (Vera Farmiga) vedendo che il mittente era Costigan, del quale era stata amante, apre il pacco e ascolta lei per prima le registrazioni. Indignata per il comportamento di Billy lo lascia. Costello aveva registrato ogni parola che avrebbe passato poi all’FBI e l’avvocato del boss le aveva affidate a Billy.

Sullivan contatta quindi Costigan e si incontrano poco dopo. Dopo una breve colluttazione, Billy arresta Sullivan ma mentre i due stanno uscendo da un edificio incontrano l’agente Barrigan, anche lui talpa di Costello che uccide a sangue freddo Billy Costigan. Sullivan dunque si salva ma dopo essersi tolto le manette uccide a sua volta la seconda talpa.

Dopo i funerali di Billy, il caso è chiuso. Ma un giorno rientrato a casa, Sullivan si trova davanti l’ex sergente Dignam che vendica i suoi colleghi morti ingiustamente, uccidendo Colin senza pietà.

Se, per caso, non avete visto questo film sappiate che vi siete persi un capolavoro del cinema, pluripremiato con 4 Oscar, un Golden Globe e numerosi altri riconoscimenti. Un film intenso, avvincente e imprevedibile, con una sceneggiatura spettacolare e soprattutto con la direzione magistrale del Maestro Martin Scorsese che tira fuori un altro dei suoi capolavori del cinema gangster, di sicuro uno dei migliori film degli ultimi 10 anni. Il film è praticamente una partita a scacchi, e chi lo segue entra nella psicosi dei personaggi anche grazie al personaggio di Madolyn, psicologa della polizia che tiene in cura Billy.  Si passa dalla sfrontatezza e aggressività del sergente Dignam a Billy, che ad un certo punto dell’operazione teme di non farcela e sta per crollare, a Colin, apparentemente sicuro di sé ma in realtà timoroso per il suo futuro, fino alla tranquilla superiorità di Frank Costello, sicuro di quello che fa grazie ai suoi agganci.

The Departed - Il Bene e il Male

Martin Scorsese nel backstage. Qui con Matt Damon.

Il pathos cinematografico è da attribuire soprattutto all’occhio e alla maestria di Scorsese, alla sua esperienza di vita che torna in ogni suo film dai suoi collaboratori, uno su tutti lo sceneggiatore William Monahan, ma anche dal cast stellare che questo film può vantare. Un Leonardo Di Caprio che sorprende ogni volta di più, duro, passionale e cattivo al momento giusto. Sempre accanto al Maestro Scorsese per assorbire quanto più possibile da un uomo del suo carisma. Matt Damon, anche lui in crescita che per imparare a fare il poliziotto ha passato una settimana con una squadra antidroga per imparare movimenti e trucchi del mestiere. Il tutto per rendere il film più reale possibile. E poi c’è Jack Nicholson. Beh di Jack sappiamo già, ha fatto il cattivo molte volte nel corso degli anni ma in questo film appare come i vecchi tempi, pittoresco, intransigente, originale, e a quanto si dice sempre pronto a migliorarsi sul set (qualora ce ne fosse ancora bisogno), con nuove battute, dialoghi, ecc… Dicevo intransigente, beh lo è stato davvero, specie quando ha ordinato all’intero staff (attori, comparse e tecnici) di non presentarsi per nessun motivo con abbigliamento o accessori dei Boston Celtics, in quanto lui, per chi non lo sapesse, è un fan sfegatato dei Los Angeles Lakers (ha persino un posto a bordo campo, riservato esclusivamente a lui allo Staples Center), rivali storici della franchigia di Boston.

Il personaggio di Frank Costello è liberamente ispirato ad uno dei latitanti più famosi del mondo,  il secondo uomo nella lista degli uomini più ricercati del mondo dopo Osama Bin Laden, ed è James “Whitey” Bulger. Un uomo che ancora oggi viene ricordato da molti abitanti di South Boston come un uomo che faceva del bene, che si preoccupava della comunità, ma in realtà è colpevole di numerosi omicidi e crimini vari. Ancora oggi è ricercato!

Martin Scorsese che per una volta non sceglie soggetti italo-americani per un gangster movie, cambiando anche città: New York diventa Boston, Little Italy diventa South Boston, e gli italo-americani diventano irlandesi americanizzati. E gli irlandesi, come apprendiamo da una battuta film, erano considerati da Sigmund Freud in persona «l’unico popolo impermeabile alla psicoanalisi». Quindi inutile cercare di comprendere la personalità del boss che spesso funge anche da maestro di vita: «Nessuno ti regala niente, te lo devi prendere». Questa è la novità del film: stavolta il doppiogiochista non è solo lo scagnozzo del boss, ma il boss stesso!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...