Manhattan Transfer live @ Pescara Jazz [15-07-2011]

Manhattan Transfer live @ Pescara Jazz

Un’istantanea della spettacolare performance dei Manhattan Transfer.

Piacevolmente scosso dalla performance di Cassandra Wilson, mi sono ritrovato, nella seconda parte della serata, ad assistere ad un’altra grande performance da parte di un gruppo che conoscevo solo per reputazione ma che non avevo mai avuto l’opportunità di conoscere o di approfondirne la conoscenza.

Sto parlando dei Manhattan Transfer, quartetto di voci statunitense che vanta oltre 40 anni di carriera. Dal 1998 fanno parte della Vocal Group Hall of Fame. 4 voci, 2 femminili e 2 maschili (Tim Hauser, fondatore del gruppo, Alan Paul, Janis Siegel, Cheryl Bentyne) che si avvicendano, si rincorrono, spinti da un groove che ribolle nel loro corpo.

Devo dire che sono stati la vera sorpresa della serata (dato che della maestosità di Cassandra sapevo già) e mi sono piaciuti davvero tanto per l’energia che hanno trasmesso al pubblico e per l’entusiasmo nel proporre grandi successi. Durante la serata hanno riproposto brani tratti dai loro primi album come On a Little Street in Singapore tratto dall’album “Pastiche” del 1978, oppure la famosissima Java Jive tratta dal loro album omonimo del 1975. Ma anche brani tratti da album di meno successo come Sing a Study in Brown tratta da “Swing”, album del 1997; oppure brani di grande successo come Soul Food to Go tratto dall’album “Brasil” del 1987.

Momento spettacolare del concerto quando i 4 si sono esibiti nella reinterpretazione di due grandi classici della musica jazz come The Sidewinder, grandissimo successo di Lee Morgan del 1963 e Tutu del grande Miles Davis (1986). E qui non vi dico altro… vi rimando al primo video alla fine dell’articolo. Giudicate voi!

Dopo più di un’ora di grande musica i Manhattan concludono con Birdland, pezzo dei Weather Report del 1977. Pubblico in delirio e dopo oltre 3 minuti di applausi i Manhattan Transfer concedono il bis eseguendo la strafamosissima (Get Your Kicks On) Route 66, scritta dal pianista Bobby Troup nel 1946 e deliziando il pubblico con il loro talento incredibile!

Quella che vi ho raccontato è stata una delle serate più intense, musicalmente parlando, della mia vita: prima Cassandra Wilson, poi la sorpresa dei Manhattan Transfer. Emozioni incredibili che solo i veri artisti sanno trasmettere.

Di seguito alcuni momenti della serata:

Annunci

2 thoughts on “Manhattan Transfer live @ Pescara Jazz [15-07-2011]

  1. Pingback: Soulful TOP 15 [07.2013] | Soulful Corner

  2. Pingback: Cassandra Wilson live @ Pescara Jazz [15-07-2011] | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...