SC consiglia… John Coltrane – My Favourite Things

«…The main thing a musician would like to do is to give a picture to the listener
of the many wonderful things he knows of and senses in the universe…
»

[cit. John Coltrane]

John Coltrane - My Favorite Things

“My Favorite Things”, 1961. Uno degli album della rivoluzione “modal jazz”.

Quando vi verrà da chiedervi: cosa sono per me il jazz e la black music? Pensate a questo pezzo: My Favourite Things! “Le mie cose preferite”, composta da Richard Rodgers e Oscar Hammerstein per il musical “The Sound of Music” e cantata, nel 1959, da Julie Andrews all’interno dello stesso musical.

A farne un capolavoro di indicibile valore è stato John Coltrane, proprio lui che qualche anno prima aveva partecipato insieme a Bill Evans alla “genesi” del jazz modale in “Kind of Blue”, sotto la guida del monarca jazz, Miles Davis.

Coltrane, però, non rimase in buonissimi rapporti con Davis anche se negli anni a seguire ebbero modo di collaborare ancora. Trane era un leader e non avrebbe fatto da secondo a nessuno. Fu proprio lui infatti uno dei capostipiti della rivoluzione che il jazz stava attraversando e uno dei suoi contributi maggiori lo diede proprio con quest’album “My Favourite Things”, uscito nel 1961 dal quale vi propongo la title track.

Un pezzo che è diventato uno standard jazz, così come John Coltrane è diventato uno dei punti di riferimento per i sassofonisti jazz di tutto il mondo. Un brano unico, caratterizzato da lunghi soli in perfetto stile “modal jazz” con ripetizione quasi ostinata del tema. E qui Coltrane elabora l’intera prima parte in Mi minore con la lunga pausa per dare spazio all’estro di McCoy Tyner al piano e la ripresa di Trane stavolta in Mi maggiore.

Un brano intenso, in 14 minuti di rara eleganza, che rapirà la vostra anima jazz e in men che non si dica vi troverete avvolti in un abbraccio tra le note del sax soprano di John Coltrane.

Un pezzo unico in un album fondamentale per tutti gli appassionati del genere e del periodo modale. Esistono diverse versioni di My Favourite Things. Lo stesso Coltrane ne pubblicò diverse versioni in album successivi a questo. In “Live in Japan” del 1966 il virtuosismo di Trane arriva persino a una versione di quasi 60 incredibili minuti in un mix di sperimentazioni, altri pezzi famosi e genio allo stato puro!

Esistono poi le versioni cantate, oltre a quella di Julie Andrews troviamo Tony Bennett, Barbra Straisand e anche una magnifica di Al Jarreau che rende la meraviglia di Coltrane ancora più magica.

Buona Musica!

Annunci

23 thoughts on “SC consiglia… John Coltrane – My Favourite Things

  1. Pingback: Miles Davis – ‘Round About Midnight [1957] | Soulful Corner

  2. Pingback: Lee Morgan – The Sidewinder [1963] | Soulful Corner

  3. Pingback: Ike Quebec – Blue & Sentimental [1961] | Soulful Corner

  4. Pingback: Johnny Griffin – Introducing Johnny Griffin [1956] | Soulful Corner

  5. Pingback: Tadd Dameron with John Coltrane – Mating Call [1957] | Soulful Corner

  6. Pingback: Art Taylor – A.T.’s Delight [1960] | Soulful Corner

  7. Pingback: Living Coltrane Quartet live @ Teatro Nazionale, Quarrata (PT) [17-01-2014] | Soulful Corner

  8. Pingback: Paul Chambers – Bass on Top [1957] | Soulful Corner

  9. Pingback: Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia [07-02-2015] | Soulful Corner

  10. Pingback: Ravi Coltrane Quartet live @ Teatro Metastasio, Prato [23-02-2015] | Soulful Corner

  11. Pingback: Soulful TOP 15 [06.2015] | Soulful Corner

  12. Pingback: Soulful TOP 15 [07.2015] | Soulful Corner

  13. Pingback: Marvin “Bugalu” Smith Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia [08-09-2015] | Soulful Corner

  14. Pingback: Soulful TOP 15 [10.2015] | Soulful Corner

  15. Pingback: Soulful TOP 15 [11.2015] | Soulful Corner

  16. Pingback: Nicola Conte live @ Suonincava, Apricena (FG) [17-08-2010] | Soulful Corner

  17. Pingback: Cannonball Adderley – Somethin’ Else [1958] | Soulful Corner

  18. Pingback: Il rivoluzionario silenzioso… Bill Evans | Soulful Corner

  19. Pingback: Mostly Monk: An Evening with Four Pianos & Sound Prints by Dave Douglas & Joe Lovano Quintet live @ Pescara Jazz [14-07-2012] | Soulful Corner

  20. Pingback: …Bird Lives… | Soulful Corner

  21. Pingback: Archie Shepp – Attica Blues [1972] | Soulful Corner

  22. Pingback: Kerbside Collection – Mind the Curb [2013] | Soulful Corner

  23. Pingback: Billy Cobham, Ron Carter & Kenny Barron live @ Piazza San Giustino, Chieti [21-07-2013] | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...