Al Jarreau & Erykah Badu live @ Umbria Jazz, Perugia [11-07-2012]

Al Jarreau live @ Umbria Jazz, Perugia

Al Jarreau durante il concerto.

Lo scorso mercoledì mi sono concesso una serata ad Umbria Jazz. Il calendario di quest’anno, come del resto tutti gli anni, comprende alcuni tra i più grandi nomi del jazz internazionale, e non solo.

La serata a cui ho deciso di assistere vede come protagonisti il grande Al Jarreau e la splendida Erykah Badu; due artisti in generale abbastanza diversi, ma con un approccio totalmente personale nei confronti della musica; il loro stile è riconoscibile subito, ai primi ascolti, e diventa inconfondibile e unico.

La serata è costituita da due set separati di circa un’ora ciascuno, nel primo dei quali il protagonista è il mitico Al Jarreau, che alle 21.15 in punto, sale sul palco, in veste sportiva, senza fronzoli, ma con grande semplicità e grandi sorrisi di gioia. Essere lì, a poca distanza, è stata per me un’emozione unica. A vederlo, un uomo di 72 anni compiuti, ci si potrebbe aspettare un atteggiamento più soft e rilassato, ed invece la maggiore dose di energia e di vitalità viene sprigionata proprio da Al Jarreau; pochi i momenti in cui Al sta fermo, o seduto; per tutta la serata, per quell’ora abbondante di tempo che gli era concesso, il nostro cammina per il palco, seppur con qualche difficoltà motoria, dovuta alle conseguenze di una recente malattia; ma la magia ed il calore della voce sono inalterate.

L’apertura è affidata a L is for Lover, dall’omonimo album del 1986. Molto ritmo, molto groove, molta energia. Davvero un brano travolgente. Non mancano i tributi ai grandi del passato, primo su tutti il grande Frank Sinatra; in suo onore, viene eseguita una toccante versione di Come Rain or Come Shine, durante la quale un dolce sassofono duetta con la magica voce di Al; tutto il resto sembra scomparire, sembra annullarsi, tanta è l’armonia e la bellezza di questo brano. Altro pezzo storico, proposto in una bellissima versione, sempre in un continuo crescendo di intensità, è Jaracanda Bougainvillea, dedicata a Nelson Mandela.

Recentemente Al Jarreau ha partecipato, insieme ad altri importanti artisti, ad un disco di Eumir Deodato, pianista e compositore brasiliano; per ricordare questa bella collaborazione, Al esegue il brano Double Face, dai colori letteralmente infuocati. I toni si placano nel brano successivo, Random Act of Love, una splendida e dolcissima ballata, uno dei brani più toccanti della serata, per poi riaccendersi improvvisamente nella successiva Scootcha Booty, altro noto brano appartenente al disco “Accentuate the Positive” del 2004.

La parte finale della porzione di concerto riservata ad Al Jarreau comprende tre pezzi assolutamente storici, che hanno scaldato la platea, al limite dell’inverosimile; We’re in This Love Together, celeberrimo pezzo che tutto il pubblico ha cantato, insieme ad Al, e Boogie Down hanno portato la serata verso la conclusione, con una Roof Garden mai così intensa; questo è proprio il brano con cui Al Jarreau, esausto ma felice, ci saluta, liberando il palco su cui, circa mezz’ora più tardi, sarebbe salita Erykah Badu.

La Badu è rimasta totalmente fedele a se stessa, e al nuovo stile che caratterizza gli ultimi lavori, in particolare “New Amerykah, Part One: 4th World War” e “New Amerykah, Part Two: Return of the Ankh”; largo spazio viene lasciato all’elettronica e alle sperimentazioni, fino ad arrivare a qualcosa di leggermente stucchevole, con molta meno anima rispetto al passato. Ed infatti, quando sono state proposte le ultime canzoni, spesso un frastuono di fondo, di origine elettronica e digitale, finiva per sovrastare tutto il resto, voce compresa (ad eccezione della bella 20 Feet Tall, forse il brano più bello, tra quelli più recenti che sono stati eseguiti). Per fortuna sono stati proposti numerosi successi del passato, e sono stati proprio quei momenti che il pubblico ha apprezzato maggiormente.

Erykah Badu live @ Umbria Jazz, Perugia

Una bella immagine di Erykah Badu durante il live. Photo by M.A. Manti ©

Trattengo a malapena le lacrime quando, durante una strepitosa Appletree, la figlia più piccola della Badu piomba sul palco, si avvicina alla madre, desiderosa di partecipare all’evento; Erykah la prende in braccio, mentre dietro di lei è totale silenzio; la fa cantare al microfono, ma sono deboli e timidi gemiti; le fa provare le percussioni elettroniche, che durante il concerto Erykah tiene accanto a sè; poi le dà un bacio, e la restituisce nelle mani di una babysitter dietro le quinte; il momento sicuramente più toccante della serata, insieme a On & On, durante la quale ogni componente della numerosissima band dà un bellissimo esempio della propria bravura, in una lunga parte strumentale.

Per quanto mi riguarda, per rendere questa esibizione memorabile, nel complesso, erano sufficienti queste due canzoni appena citate, molto molto al di sopra di tutto il resto. Comunque, nella parte finale della serata, sono stati eseguiti altri pezzi notevoli, tutti appartenenti al disco del 2003 “Worldwide Underground”; I Want You e Love of My Life sono splendide ballate, mentre, sul finale, i ritmi si accendono nuovamente, con le bellissime Bump It e Danger, altri due pezzi forti del concerto. La serata si chiude, mentre il pubblico è letteralmente in delirio, con la bella Think Twice.

Serata complessivamente memorabile, con un Al Jarreau che, nonostante le sue 72 primavere alle spalle, ha ancora una bella dose di energia da vendere, e con una Badu in ottima forma, forse meno genuina rispetto al passato, ma comunque sicuramente grandissima.

Qui di seguito Vi propongo i live delle canzoni che hanno aperto i due concerti (video by Nicola Palumbo per tuttoggi.info).

Annunci

36 thoughts on “Al Jarreau & Erykah Badu live @ Umbria Jazz, Perugia [11-07-2012]

  1. Pingback: J Dilla – il pioniere del soulful hip hop | Soulful Corner

  2. Pingback: The Godfather of Neo Soul… Roy Ayers | Soulful Corner

  3. Pingback: Il Guru dell’Hip-Hop/Jazz | Soulful Corner

  4. Pingback: SC consiglia… Bill Withers – Ain’t No Sunshine | Soulful Corner

  5. Pingback: SC consiglia… The Roots feat. Erykah Badu & Eve – You Got Me | Soulful Corner

  6. Pingback: The Roots live @ Umbria Jazz 2014 [19-07-2014] | Soulful Corner

  7. Pingback: SC consiglia… John Coltrane – My Favourite Things | Soulful Corner

  8. Pingback: George Benson… The Guitar Legend | Soulful Corner

  9. Pingback: Robert Glasper live @ Moody Jazz Café, Foggia [15-11-2014] | Soulful Corner

  10. Pingback: Soulful TOP 15 [09.2012] | Soulful Corner

  11. Pingback: Soulful TOP 15 [11.2012] | Soulful Corner

  12. Pingback: Soulful TOP 15 [01.2013] | Soulful Corner

  13. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2012 | Soulful Corner

  14. Pingback: Soulful TOP 15 [02.2013] | Soulful Corner

  15. Pingback: Soulful TOP 15 [03.2013] | Soulful Corner

  16. Pingback: Soulful TOP 15 [06.2013] | Soulful Corner

  17. Pingback: Soulful TOP 15 [08.2013] | Soulful Corner

  18. Pingback: Soulful SummerVibes 2013 | Soulful Corner

  19. Pingback: Soulful TOP 15 [01.2014] | Soulful Corner

  20. Pingback: Soulful SummerVibes 2014 | Soulful Corner

  21. Pingback: Soulful TOP 15 [10.2014] | Soulful Corner

  22. Pingback: Bob James & David Sanborn feat. Steve Gadd & Scott Colley live @ Teatro Comunale, Pietrasanta (LU) [08-11-2013] | Soulful Corner

  23. Pingback: Alessia Piermarini – Synth o Matic [2015] | Soulful Corner

  24. Pingback: SC consiglia… Cassandra Wilson – Waters of March (Águas de Março) | Soulful Corner

  25. Pingback: SC consiglia… Bilal – Soul Sista | Soulful Corner

  26. Pingback: SC consiglia… George Benson – Breezin’ | Soulful Corner

  27. Pingback: Il rivoluzionario silenzioso… Bill Evans | Soulful Corner

  28. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2015 | Soulful Corner

  29. Pingback: Soulful TOP 15 [02.2016] | Soulful Corner

  30. Pingback: Soulful TOP 15 [05.2016] | Soulful Corner

  31. Pingback: Soulful TOP 15 [07.2016] | Soulful Corner

  32. Pingback: Soulful TOP 15 [02.2017] | Soulful Corner

  33. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2016 | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...