Soulful TOP 15 [09.2012]

Soulful TOP 15A voi gli ultimi consigli estivi di Soulful Corner nella nostra puntualissima “Soulful TOP 15”! Anche questo mese il meglio delle vibrazioni soul, r&b, jazz, hip hop and more!

Protagonisti di questo nuovo appuntamento artisti ormai di casa nella nostra rubrica, come gli Incognito ed Esperanza Spalding, ma anche artisti per la prima volta presenti nella “TOP 15” come Ola Onabulé e Mike Stern.

Come sempre vi ricordiamo che è possibile visualizzare ed ascoltare la nostra playlist anche sul canale YouTube di Soulful Corner. Listen & enjoy!

  • Emeli Sandé – Where I Sleep

Emeli Sandé ha iniziato la sua carriera come autrice, scrivendo per molti artisti r&b. Nel 2012 è uscito il suo album di debutto, “Our Version of Events”, campione di vendite nel Regno Unito ed in cima alle classifiche di molti stati, soprattutto per la sua vena “pop” che coinvolge un pubblico maggiore. Un disco adatto a chi si avvicina per la prima volta alla nostra musica preferita, originale, leggero, scorrevole e fresco. Questo che vi proponiamo è, secondo noi, uno dei pezzi più belli dell’album, qui in versione live. Dategli un ascolto! (selected by Yayo)

  • Esperanza Spalding – Crowned & Kissed

“Radio Music Society”, ultimo album in ordine di tempo di Esperanza Spalding, è una perla dall’inizio alla fine. Crowned & Kissed è l’estratto che vi consigliamo in questa nuova Top 15, brano cantato con la solita raffinatezza dalla cantante e musicista di Portland, recentemente ammirata in tour in Italia. (selected by Raheem)

  • Incognito – Ain’t It Time

Degli Incognito e della loro longeva carriera vi abbiamo parlato a più riprese sulle pagine di “Soulful Corner”. Ogni singolo album realizzato da Jean-Paul “Bluey” Maunick e soci è sempre una goduria per le nostre orecchie e l’ultimo album “Surreal” non fa eccezione. Dopo avervi consigliato il primo singolo Goodbye to Yesterday, vi proponiamo un nuovo estratto, Ain’t It Time, funkettone molto anni ’70, con la splendida voce della brava e bella Vanessa Haynes. (selected by Raheem)

  • Jeff Bradshaw feat. Marsha Ambrosius & TWyse – Got Til It’s Gone

Jeff Bradshaw è forse uno dei musicisti meno conosciuti e più talentuosi della scena internazionale. Le sue sperimentazioni sonore e le numerose “fusioni” con artisti r&b e hip hop, danno ai suoi pezzi originalità e classe allo stesso tempo. Il video di questo pezzo, dedicato alle vittime dell’uragano Katrina che ha devastato New Orleans, è girato proprio nelle zone colpite, per celebrare la forza d’animo del popolo della Louisiana. (selected by Yayo)

  • Jill Scott – Blessed

Il suo primo album, uscito nel 2000, si chiamava “Who is Jill Scott?”. D’acqua sotto i ponti n’è passata e abbiamo imparato a conoscerla molto bene. Nel 2011 è uscito il suo quarto album, come si dice “pochi album ma buoni”, infatti i lavori di Jill Scott sono sinceramente uno più bello dell’altro. Da The Light of the Sun sono stati estratti 3 singoli. Questo è il terzo, prodotto da Dre & Vidal. Il brano è stato rilasciato sei mesi fa ma è molto leggero e spensierato, adatto agli ultimi scampoli d’estate di settembre. Per questo abbiamo deciso di proporlo nella Top 15, seppur con un po’ di ritardo dall’uscita! Buon ascolto! (selected by Yayo)

  • John Surman – On Staddon Heights

John Surman è un sassofonista e clarinettista inglese; la sua musica, spesso utilizzata per le colonne sonore di alcuni film, è caratterizzata da stili diversi e spesso molto lontani tra loro (musica elettronica, in trio, con l’orchestra); nell’ultimo lavoro, “Saltash Bells”, realizzato in completa solitudine, John Surman suona diversi strumenti e fa un largo uso del sintetizzatore e dell’elettronica, producendo una musica di grande atmosfera, forse con un sound lievemente artificiale, ma comunque di gran fascino. On Staddon Heights è una delle canzoni di punta del disco. (selected by Alessandro)

  • Marcus Miller – Detroit

Il 2012 vede il ritorno di Marcus Miller, geniale bassista americano. Miller è famoso anche per aver lavorato, durante gli anni ’80, con il grande Miles Davis e con David Sanborn, ma anche per aver realizzato molti ottimi album a suo nome, dai primi anni ’80 ad oggi. L’ultimo in ordine di tempo si intitola “Renaissance” e la canzone che vi consigliamo è proprio il brano d’apertura del disco. Molto  groove, molto feeling e molta anima. (selected by Alessandro)

  • Melody Gardot – Mira

Questa bella canzone fa parte del recente album della cantautrice americana Melody Gardot, intitolato “The Absence”, il terzo della sua carriera. Nella canzone si percepiscono influenze della musica brasiliana e africana, anche se lo stile dominante è proprio quel bel misto di jazz e r&b in cui Melody Gardot riesce ad esprimersi al meglio. Un bel ritmo travolgente e coinvolgente, che accompagna la canzone in un finale esplosivo. (selected by Alessandro)

  • Miguel – Adorn

Miguel Jontel Pimentel, in arte semplicemente Miguel, è uno dei nuovi prospetti più interessanti della scena r&b statunitense. Classe 1986, di padre messicano e madre afro-americana, ha debuttato nel 2010 con l’album “All I Want Is You”, che ha dato al ragazzo un ottimo successo sia di pubblico che di critica. Quest’autunno sarà il turno del secondo cd “Kaleidoscope Dream”, anticipato da Adorn, brano dal mood estremamente sexy e prodotto dallo stesso Miguel. (selected by Raheem)

  • Miguel Migs feat. Meshell Ndegeocello – Tonight

Miguel Migs è un DJ, producer e musicista di San Francisco. Nel suo nuovo e terzo album “Outside the Skyline”, uscito lo scorso anno, ha collaborato con numerosi artisti di spessore, tra cui Evelyn “Champagne” King, Freddie McGregor, Capleton, Bebel Gilberto, Lisa Shaw e Meshell Ndegeocello, presente in ben 2 brani dell’album tra cui la qui proposta Tonight, brano dal raffinato sapore soulful impreziosito dalla classe della cantante e musicista di Washington DC. (selected by Raheem)

  • Mike Stern – AJ

Mike Stern è uno dei principali chitarristi contemporanei. La sua musica è fondamentalmente jazz, ma con pesanti contaminazioni di generi come il rock, il funk o la fusion. Nel suo ultimo album, “All Over the Place”, ci sono tantissimi e prestigiosi ospiti, tra cui la brava Esperanza Spalding. La canzone che vi presentiamo, AJ, è appunto tratta da questo recente album. (selected by Alessandro)

  • Nas – Daughters

Nas, uno dei migliori rapper degli ultimi vent’anni, torna con il suo undicesimo album in studio “Life Is Good”, sotto etichetta Def Jam. Daughters, brano fortemente biografico e incentrato sul rapporto con la figlia 18enne Destiny, è il terzo singolo estratto dal nuovo cd di Nas. Il singolo, prodotto da No I.D., testimonia anche il cambiamento di Nas come uomo, dagli esordi nell’immortale “Illmatic” (uscito nel 1994, stesso anno di nascita della figlia) ad oggi. (selected by Raheem)

  • Ola Onabulé – Let Love Alone

Ola Onabulé è un cantante, musicista e produttore jazz anglo-nigeriano che ha debuttato sulla scena internazionale nel 1994. Nel 2012 è uscito il suo settimo album “Seven Shades Darker” dal quale vi presentiamo questo pezzo live dal Georg Neumann Institute, Berlin University, che ci permette di apprezzare al meglio le doti vocali di questo artista, spesso paragonato a mostri sacri come Nat King Cole o Al Jarreau. Crediamo che l’autore di questi paragoni non sia assolutamente fuori strada! Godetevelo! (selected by Yayo)

  • The Bar-Kays – Grown Folks

Un grande, grandissimo ritorno sulle scene, quello dei Bar-Kays, una delle band r&b più prolifiche a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Gli autori di pezzi storici come Soul Finger, Son of Shaft o Boogie Body Land sono tornati e presto uscirà il loro nuovo album. Sono passati tanti anni ma la classe è rimasta la stessa. E in questo nuovo singolo, uscito a fine luglio, ne abbiamo la prova. Che ne pensate? (selected by Yayo)

  • Tom Harrell Quintet – Journey to the Stars

Tom Harrell è un bravissimo trombettista, compositore e arrangiatore. Nella sua carriera ha realizzato un’infinità di album, e sono numerose anche le collaborazioni con altri artisti. Da alcuni anni, Tom Harrell è il leader di un quintetto, formato da notevoli musicisti, tra cui spicca il batterista Johnathan Blake; con questo quintetto Tom Harrell ha realizzato alcuni album, l’ultimo dei quali si intitola “Number Five”; non tutte le canzoni del disco vedono la partecipazione del quintetto al completo; nella canzone che vi presentiamo, infatti Tom Harrell è accompagnato solo dal pianoforte. Ed il risultato è davvero sublime. (selected by Alessandro)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...