DYDO – Schiavo dei Sogni [2013]

Dydo

Dydo. Photo by Emanuele D’Amato ©

«…I pensieri del sognatore scorrazzano liberi solo di notte… già
…per poche ore il buio riesce a cancellare tutto quello che la
mano dell’uomo ha costruito e ciò che resta è una
meravigliosa tela nera in cui il sognatore può disegnare il
mondo che ha costruito e nascosto tra i confini della sua mente…»

Sognare è qualcosa di naturale, così semplice da fare e così “quotidiano”, che spesso viene ignorato da molti. Presi dalla frenesia della vita e da mille pensieri, ci si dimentica dei propri sogni. E non solo dei sogni durante il sonno, ma i sogni intesi come obiettivi di vita. C’è una parte di popolo che, invece, vive di sogni, che passa le notti in bianco “per colpa” dei sogni, che fa sacrifici, che soffre, nella speranza di vederli realizzati in futuro.

È questo il tema centrale di “Schiavo dei Sogni”, album del debutto solista di Dydo, membro degli Huga Flame, gruppo varesino di hip hop italiano, tra i più importanti del decennio 2000-2010. L’album è acquistabile su iTunes.

Dydo - Schiavo dei Sogni

“Schiavo dei Sogni”, debutto solista per Dydo.

Cupo, intenso e molto riflessivo, quasi una confessione. Emozioni, paure, gioie e dolori, sciorinate in un disco ben lontano da quelle che, troppo spesso, sono le tematiche, a volte anche frivole, legate all’hip hop.
È un album intimo ed ermetico ma nonostante tutto di facile ascolto, merito soprattutto delle basi curate con beat a tratti minimali, a tratti più elaborati, a volte anche accompagnati da chitarre elettriche a creare una sorta di crossover rock/hip hop niente male.
È il caso della provocatoria Lettera al Papa (chitarra e basso dello stesso Dydo), brano nel quale, Dydo parla, senza peli sulla lingua dei problemi che ogni giorno minacciano la credibilità della chiesa.

Pezzo impreziosito dalla collaborazione della brava Flavia Marrali, uno dei nomi emergenti della scena pop/rock indipendente. Una curiosa coincidenza (quasi profetica) è che il disco è stato rilasciato nel giorno delle dimissioni di Papa Ratzinger.

Vi parlavo di crossover e collaborazioni, beh di sicuro Dydo non si è fatto mancare niente!
In Anche Se Crolla il Mondo, uno dei pezzi più belli del disco a mio parere, troviamo per esempio LaMiss, voce sensuale e calda, tra le più importanti del panorama r&b italiano. Fabio Dema, altro esponente del “R&B Made in Italy”, è presente invece in Sul Ciglio del Precipizio, brano che apre l’album. Ci sono poi brani come Un Sogno Più Grande featuring Corinne, e poi ancora collaborazioni con Voda Lova, Marya, Michael Bertolasi ed altri, che rendono questo album un mix di sonorità che spaziano dal sound hip hop a sonorità più sperimentali, miste all’r&b e al pop/rock. Notevoli anche le collaborazioni di alcuni beatmaker come Livio (degli Huga Flame), Gian Flores e Michel (dei Metro Stars).

Dydo - Schiavo dei Sogni

Il romanzo in FREE DOWNLOAD (cliccando sulla copertina).

In “Schiavo dei Sogni”, Dydo si espone completamente, raccontandoci dei momenti difficili, dei problemi con i genitori come in Lo Confesso a Te; delle sofferenze legate all’amore e alla solitudine come in Buon Compleanno o nell’intenso Black Coffee and Solitude; ma è attraverso questi stessi momenti che riesce ad andare avanti, ritrovando se stesso e superando gli ostacoli.

Un aspetto curioso ed originale del disco, è un romanzo, scritto dallo stesso Dydo prima dell’album e completamente gratuito, scaricabile dal sito dell’artista. Il romanzo “Schiavi dei Sogni” (al plurale) è un’opera complementare al disco (che fa da colonna sonora) in cui Dydo ci racconta cinque sogni (con sorpresa finale), cinque diverse storie, con gli stessi personaggi presenti in alcuni pezzi dell’album, attraverso gli occhi dei protagonisti.

L’unico aspetto che potrebbe non piacere agli ascoltatori è il fatto che il tono del disco è pressoché lo stesso per tutte le tracce, ma è un qualcosa che fa parte dello stile di Dydo e lo si può constatare ascoltando i lavori degli Huga Flame.

Sostanzialmente “Schiavo dei Sogni” è secondo me un buon lavoro di Dydo che merita sicuramente attenzione, anche per lo stile con il quale affronta certe tematiche spesso scartate da molti artisti a favore dei classici modelli stereotipati dell’hip hop. Come vi dicevo, i sogni sono il tema centrale del disco, e in un periodo in cui il panorama hip hop comunica anche molta negatività, Dydo vuole darci un po’ di speranza; ossigeno puro in un duro momento di crisi socio-economica, che non deve corrispondere però, ad una crisi di idee.

«…Mi piace il concetto che se la gente non si avvicina ai sogni
bisogna cercare di avvicinare i sogni alla gente…»

(da un’intervista a Panorama del 28-02-2013)

Disco e romanzo sono progetti quotidiani ed eccezionalmente reali. Viaggi sensibili di comunicazione moderna, che percorrono i confini del suono arrivando alle persone attraverso rime e prose riflessive.

«I sogni richiedono sacrifici e costanza. Spesso ci si logora spiritualmente, ma si deve sempre ricordare che il malessere che si prova è solo l’anticamera di una grande soddisfazione.
La stessa che si ha… vedendo il proprio sogno prendere vita.
Siamo tutti schiavi dei sogni, ma se un sogno è la libertà, libera tutti gli schiavi che ha…»

Buona Musica!

tracklist:

  1. Sul Ciglio del Precipizio (feat. Fabio Dema)
  2. Buon Compleanno
  3. Lo Confesso a Te
  4. Un Sogno Più Grande (feat. Corinne)
  5. Black Coffee and Solitude
  6. Lettera al Papa (feat. Flavia Marrali)
  7. Darò il Meglio di Me
  8. Anche Se Crolla il Mondo (feat. LaMiss)
  9. Figlio dell’Alba (feat. Corinne)
  10. Paola Ora Sorride (feat. Marya)
  11. Tatuarti Fino all’Anima
  12. Non Puoi
  13. Senza Chiederti Scusa (feat. Flavia Marrali)
  14. Fino ad Urlare (feat. Michael Bertolasi & Voda Lova)
  15. Come le Canzoni

anno: 2013
label: HanoRecord

sito ufficiale: schiavodeisogni.wordpress.com
pagina facebook ufficiale: facebook.com/Dydohf

Annunci

One thought on “DYDO – Schiavo dei Sogni [2013]

  1. Pingback: COMDART | PUBBLICHE RELAZIONI e UFFICIO STAMPA » DYDO ( HUGA FLAME ) – SCHIAVO DEI SOGNI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...