Soulful TOP 15 [10.2013]

Soulful TOP 15Nuovo imperdibile appuntamento con la “TOP 15” di Soulful Corner! Per questa prima selezione autunnale abbiamo scelto 15 brani di gran classe, per una playlist caratterizzata dalla presenza sia di artisti contemporanei che di longevi esponenti del music business!

Tra i brani che vi proporremo questo mese anche alcuni ritorni inaspettati, come quello del celebre attore Eddie Murphy, che ritorna alla musica dopo 20 anni d’assenza, e l’insolita collaborazione tra i Roots di Ahmir “?uestlove” Thompson ed Elvis Costello! Non da meno le ultime uscite discografiche dell’eclettico musicista etiope Mulatu Astatke, impegnato in una collaborazione con la brava Fatoumata Diawara, dell’immenso Ron Isley, in compagnia di una grande voce come Kem, e degli Us3, band che negli anni ’90 ha impreziosito la scena acid jazz!

Questo e molto altro nella “Soulful TOP 15” di ottobre, playlist come sempre visibile anche sul nostro canale ufficiale YouTube! Listen & enjoy!

  • Al Di Meola – Eleanor Rigby

Al Di Meola è un chitarrista statunitense, in bilico tra jazz, rock e musica latina. Attivo dagli anni ’70, ha realizzato numerosi interessanti album, collaborando con tanti noti artisti. Il suo ultimo lavoro si intitola “All Your Life”, ed è un disco che contiene rivisitazioni, in chiave del tutto personale, di alcuni famosi classici dei Beatles. Eleanor Rigby è eseguita in modo assolutamente magistrale. Buon ascolto. (selected by Alessandro)

  • Ayo feat. Youssoupha – Fire

Tra gli album di prossima pubblicazione più interessanti spicca il quarto album della cantante tedesco-nigeriana Ayo. “Ticket to the World”, questo il nome del disco, sarà disponibile dal 7 ottobre prossimo su etichetta Motown France. Da questo lavoro è stato estratto in estate, come primo singolo, il brano Fire, pezzo dai contenuti socialmente impegnati e che vede la partecipazione del rapper francese Youssoupha! «Is anybody listenin’? The city’s on fire!» (selected by Raheem)

  • Bob James & David Sanborn – Deep in the Weeds

Bob James, noto pianista e tastierista americano, e David Sanborn, importante sassofonista a metà strada tra jazz e r&b, hanno realizzato, nel 2013, un disco insieme, intitolato “Quartette Humanine”; a fianco dei due musicisti, troviamo anche Steve Gadd alla batteria e James Genus al basso. La musica proposta nell’album è un bel jazz d’atmosfera, molto delicato e mai eccessivo, che vi regalerà molte piacevoli sensazioni. Il brano che vi proponiamo s’intitola Deep in the Weeds, una delle più belle canzoni contenute in “Quartette Humaine”(selected by Alessandro)

  • David Weiss – Nellie Bly

Lo scorso agosto Wayne Shorter ha compiuto 80 anni di cui oltre 50 passati su un palcoscenico attraversando, da protagonista, varie epoche di storia del jazz, dal periodo modale al cool, al periodo elettrico, con Miles Davis, fino al periodo fusion con i Weather Report. Molte sono state le iniziative per celebrare il suo 80° compleanno, tra cui persino un documentario sulla sua carriera! Tra i vari tributi c’è quello di David Weiss, trombettista newyorkese, fondatore del The New Jazz Composers Octet, una band che si dedica a jazz sperimentale, proprio come il giovane Shorter. Il suo nuovo album “Endangered Species: The Music of Wayne Shorter” è interamente dedicato alla musica di Wayne e il brano che vi proponiamo è una rivisitazione di uno dei primissimi successi di Wayne Shorter, scritto per i Jazz Messengers di Art Blakey (dei quali faceva parte anche lui) nel 1959! (selected by Yayo)

  • Eddie Murphy feat. Snoop Lion – Red Light

Inaspettato e sorprendente ritorno sulle scene musicali per Eddie Murphy! Forse non tutti sapranno che il famoso e pluricelebrato attore afroamericano ha inciso tra anni ’80 e ’90 tre album musicali, oltre a due comedy album, con un discreto successo e con collaborazioni prestigiose (Michael Jackson e Rick James su tutti)! A 20 anni esatti di distanza dal suo ultimo album, “Love’s Alright” uscito per Motown Records nel 1993, Eddie Murphy ci propone un nuovo singolo dalle sonorità spiccatamente reggae. Il brano, intolato Red Light, vede anche la partecipazione di Snoop Dogg, qui nelle vesti di Snoop Lion, che aggiunge il suo tocco ad una collaborazione insolita ma graditissima. Red Light anticipa quello che sarà il nuovo disco di Eddie, intitolato “9” e che vedrà la luce prossimamente! Nell’attesa godetevi questa chicca! (selected by Raheem)

  • Elvis Costello & the Roots – Walk Us Uptown

Quando si leggono certi nomi, di solito, non si può evitare di dare attenzione a ciò che si legge. Quando poi li troviamo affiancati si rimane quasi increduli! È quello che ci è successo quando abbiamo letto il nome di Elvis Costello con quello dei Roots! Due mondi opposti, due epoche musicali diverse… eppure la maestria e lo stile di Costello si sposano alla grande con la versatilità musicale dei Roots che sembra davvero possano suonare qualunque cosa. L’album è “Wise Up Ghost”, uscito qualche settimana fa sotto etichetta Blue Note, una garanzia. Secondo noi, da un primo ascolto ci sono i presupposti per uno dei migliori album dell’anno. Voi che ne pensate? (selected by Yayo)

  • Geri Allen – Wanna Be Startin’ Somethin’

Geri Allen è una pianista e compositrice jazz americana. La sua musica non è classificabile all’interno di rigide definizioni, ma piuttosto è un misto omogeneo di tanti diversi stili, partendo dal jazz per arrivare al blues, al funk e al gospel. Negli ultimi tempi, Geri Allen ha pubblicato alcuni album in tributo alla musica di alcuni grandi artisti legati all’etichetta Motown; il più recente di questi album, uscito nel 2013, è intitolato “Grand River Crossings: Motown & Motor City Inspirations”. Da questo lavoro, che contiene rivisitazioni di intramontabili classici della Motown o brani semplicemente ispirati a questa tradizione musicale, abbiamo scelto un pezzo di Michael Jackson, Wanna Be Startin’ Somethin’; assolutamente da ascoltare! (selected by Alessandro)

  • Giovanca – How Does It Feel

A 3 anni di distanza dal suo ultimo album While I’m Awake, torna la splendida cantante olandese Giovanca con un nuovissimo lavoro! Il titolo del nuovo disco è “Satellite Love”, pubblicato da Dox Records lo scorso 20 settembre ed anticipato dal singolo How Does It Feel, una ballata soul dai suoni a tratti psichedelici prodotta dal duo Nelson & Djosa. Una gustosta anticipazione di un disco che si preannuncia come sempre elegante e raffinato, ricco di prestigiosi ospiti musicali ma soprattutto denso di ottime vibrazioni! Enjoy! (selected by Raheem)

  • Hugh Laurie feat. Gaby Moreno & Sista Jean – Didn’t It Rain

Tutti lo conoscono per la sua (ormai storica) interpretazione del Dr. House nell’omonima serie TV. Non tutti però, sanno che Hugh Laurie è un grandissimo appassionato di blues e un ottimo pianista. Lo scorso agosto è uscito il suo secondo album “Didn’t It Rain”. Così come il suo primo album, anche questo è una raccolta di classici del blues rivisitati magistralmente da Laurie con uno stile molto originale. Il brano che vi proponiamo è la title track dell’album. È un vecchio canto gospel americano, risalente ai primi del 1900, una delle cosiddette “work song”, ovvero canzoni create dagli schiavi afroamericani nei campi in cui lavoravano. Didn’t It Rain comparve per la prima volta su uno spartito nel 1927. Questa riedizione moderna di Hugh Laurie vede la partecipazione della possente voce di Jean McClain e dell’incredibile Gaby Moreno, cantante del Guatemala, dotata di un talento a dir poco sorprendente; tutti accompagnati dalla Copper Bottom Band, che seguirà il “Dr. House” in tour. Buon ascolto!

  • Mulatu Astatke feat. Fatoumata Diawara – Surma

Mulatu Astatke è un musicista etiope; la sua musica è un misto di musica tradizionale del suo paese di origine, sapientemente mescolata con jazz, blues e soul. Grazie a notevoli e prestigiose collaborazioni, sia su disco che in esibizioni dal vivo, in giro per il mondo, e grazie anche ad alcuni album a suo nome, Mulatu ha raggiunto una discreta notorietà, a livello internazionale. Nel suo ultimo album, “Sketches of Ethiopia”, in uscita in questi giorni, abbiamo una magnifica rappresentazione della bravura di questo musicista. Nella canzone che abbiamo scelto, intitolata Surma, è ospite la brava Fatoumata Diawara. (selected by Alessandro)

  • Ron Isley feat. Kem – My Favorite Thing

Introduzioni nel caso di mr. Ron Isley non sarebbero necessarie, il suo nome e la sua discografia parlano da sé! Una carriera musicale lunghissima, iniziata nella seconda metà degli anni ’50 e che l’ha visto attraversare con i suoi Isley Brothers varie decadi, stili musicali e cambiamenti di formazione. L’ultima fatica del leggendario Ron Isley è l’album solista “This Song Is for You”, disco uscito lo scorso mese di luglio su etichetta E1 e da cui vi facciamo ascoltare uno dei pezzi più belli dell’album, My Favorite Thing, una ballata di puro r&b in cui spicca la partecipazione di un’altra grande voce, quella di Kem, uno degli artisti di maggior classe della scena r&b / soul contemporanea! (selected by Raheem)

  • Stacey Kent – One Note Samba

Stacey Kent è una cantautrice e chitarrista americana di musica jazz. Con già diversi album all’attivo, Stacey Kent è molto apprezzata, in quanto dotata di una bella voce e capace di eseguire, con disinvoltura, sia brani originali, sia cover di canzoni del repertorio jazz, soul o classici della musica brasiliana. Infatti, nel suo più recente album, “The Changing Lights”, troviamo un famoso pezzo del maestro Antonio Carlos Jobim, One Note Samba, in un’eccellente interpretazione. (selected by Alessandro)

  • The Foreign Exchange – Call It Home

Dietro al progetto Foreign Exchange si celano due artisti di grande talento, il cantante e rapper Phonte (ex membro del terzetto hip hop Little Brother) ed il dj e produttore olandese Nicolay. Il duo, attivo ormai da quasi 10 anni, ha dato da poco alla luce il proprio ultimo album, intitolato “Love in Flying Color”. Un lavoro ancora una volta di altissimo livello e che mischia sapientemente e con eleganza sonorità r&b e soul con influenze di stampo elettronico. Da questo lavoro eccovi il primo estratto, la bellissima Call It Home, accompagnata da un videoclip assolutamente visionario e suggestivo! (selected by Raheem)

  • Us3 feat. KCB & Tukka – Never Go Back

Eh si, non ci siamo sbagliati, gli Us3 sono tornati, a vent’anni esatti da “Hand on the Torch”, loro album di debutto di grande successo. Per celebrare il 20° anniversario dell’uscita del disco, ecco il ritorno, pochi giorni fa, con “The Third Way: Hand on the Torch Vol. II” album che riprende le sonorità degli anni ’90, quando gli Us3, con il catalogo Blue Note a completa disposizione, campionarono classici e non del jazz per tirar fuori capolavori assoluti dell’hip hop di quegli anni. Il brano che vi proponiamo è il primo singolo estratto dal disco. Godetevelo! (selected by Yayo)

  • Valerie June – You Can’t Be Told

Valerie June è un’affascinante cantautrice del Tennessee, che ha debuttato pochi mesi fa con il suo primo album “Pushin’ Against a Stone”. Il suo sound è un mix di blues, folk, soul, gospel e country. Quello che sorprende è la completa distanza stilistica da quelle che sono le sonorità mainstream. L’album di Valerie June è genuino, appassionato. Sonorità sporche come quelle del blues degli anni d’oro, ma allo stesso tempo intrisi di un’eleganza unica. Forse ai primi ascolti vi farete un’impressione sbagliata della sua musica, ma ascoltandola una seconda volta vi ricrederete! Qui di seguito il suo primo singolo… provare per credere! (selected by Yayo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...