Brad Mehldau Trio live @ Teatro Metastasio, Prato [03-03-2014]

Brad Mehldau Trio live @ Teatro Metastasio, Prato

Il trio di Brad Mehldau in un recente concerto.

Metastasio Jazz è una rassegna musicale, giunta quest’anno alla XIX edizione, che si svolge presso il Teatro Metastasio e in altre location, nella città di Prato. Caratteristica di questa manifestazione è quella di offrire, ogni anno, un tipo di jazz leggermente sperimentale, lontano dai canoni convenzionali, ma arricchito da una complessità di base che lo rende tanto meraviglioso quanto, a volte, inavvicinabile e incomprensibile.

Il pianista Brad Mehldau, con il suo storico trio, composto da Larry Grenadier al contrabbasso, e Jeff Ballard alla batteria, è il protagonista della serata di chiusura di questa edizione del Metastasio Jazz, a cui ho avuto il grande piacere di assistere, lo scorso 3 marzo; il Teatro Metastasio è pieno di spettatori, desiderosi di ammirare e di apprezzare la musica del vulcanico pianista e dei suoi compagni di viaggio.

Brad Mehldau è un musicista che è impossibile associare univocamente al jazz, in senso stretto. La sua musica è un misto omogeneo di mondi musicali diversi, spesso opposti; nei suoi album troviamo rivisitazioni di brani dei Radiohead, dei Nirvana, di Nick Cave, dei Soundgarden, dei Beatles e di Paul Simon, sapientemente reinventati e adattati al contesto del momento, e spesso lontani anni luce dalle versioni originali.

Alla guida di diverse formazioni, ma spesso anche in piano solo, Brad Mehldau incide anche proprie composizioni, o propone standard jazz di artisti come Sonny Rollins o Cole Porter, a dimostrazione di quanto questo artista sia capace di adattarsi a qualunque repertorio, rimanendo costantemente fedele alla propria personalità ed al proprio stile.

Brad Mehldau Trio - Where Do You Start

La copertina di “Where Do You Start”, uno degli ultimi album del trio.

Il concerto è caratterizzato da una enorme sobrietà di fondo. È tutto molto serioso, molti inchini di ringraziamento verso il pubblico, alla fine di ogni canzone, ma nessuna parola è stata sprecata, dal leader, per salutare i presenti o presentare i brani, salvo qualche timido sussurro. I musicisti, durante le loro performance, sono avvolti da un alone che li separa da tutto il resto, immersi in una totale concentrazione.

Già dalle prime canzoni, Spirals e Untitled, entrambe composizioni originali, si avverte che Brad Mehldau vuole assumere il ruolo di totale leader della serata; gli altri due musicisti, Larry Grenadier e Jeff Ballard, benchè estremamente virtuosi con i rispettivi strumenti, come dimostrano gli sporadici assoli, sono inevitabilmente relegati ai margini della scena.

Brad Mehldau spesso li osserva, preferibilmente a sedere, sul suo sgabello, con le gambe incrociate o facendo stretching, quasi a voler comunque concentrare l’attenzione su di sé, senza lasciare spazio agli altri membri sul palco. Un atteggiamento sicuramente voluto, magari a tratti inopportuno, forse inappropriato, che, onestamente, poco ha a che fare con la musica, motivo principale per cui eravamo presenti al Metastasio.

La serata prosegue con altri bellissimi brani, tra cui ricordo una toccante versione di Airegin di Sonny Rollins, River Man di Nick Drake, virtuosa e bellissima, Seymour Reads the Constitution, altra composizione originale di Mehldau e la delicata ed introspettiva I Concentrate on You di Cole Porter, tutte perfettamente riadattate ad uno stile contemporaneo, nuovo, in bilico tra jazz, musica da camera e molte altre cose di difficile definizione.

Brad Mehldau Trio - Ode

“Ode”, altro grande album del trio.

Uno dei vertici della serata viene raggiunto non appena Brad Mehldau propone My Valentine, di Paul McCartney; una versione molto emozionante, dove, ancora una volta, e forse più che altrove, Brad assume il ruolo di leader, eseguendo il brano quasi interamente in piano solo; un brano dove il confine fra realtà ed immaginazione finisce per annullarsi, e dove tutto può accadere; probabilmente il momento più bello ed intenso della serata.

A Night in Tunisia di Dizzy Gillespie è uno dei brani che chiudono la serata, mentre i musicisti, discreti e distinti come al solito, abbandonano il palco, fra i prolungati applausi del pubblico. Un concerto senza sbavature, distrazioni, incertezze; nella massima precisione, nella magari eccessiva serietà, e nel totale, e forse a tratti stucchevole, perfezionismo.

Come annunciato pochi minuti prima dell’inizio del concerto, era severamente proibito qualunque tipo di ripresa audiovisiva, nel corso della serata, e molti addetti alla sorveglianza erano disseminati nel teatro, al fine di mantenere un totale rispetto di questa regola. Per cui non è stato possibile effettuare o reperire alcuna immagine o video del concerto.

Annunci

15 thoughts on “Brad Mehldau Trio live @ Teatro Metastasio, Prato [03-03-2014]

  1. Pingback: Soulful TOP 15 [07.2012] | Soulful Corner

  2. Pingback: Soulful TOP 15 [04.2013] | Soulful Corner

  3. Pingback: Soulful TOP 15 [05.2013] | Soulful Corner

  4. Pingback: Soulful TOP 15 [01.2014] | Soulful Corner

  5. Pingback: Soulful TOP 15 [01.2015] | Soulful Corner

  6. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2014 | Soulful Corner

  7. Pingback: Jeff Ballard “Fairgrounds” live @ Casa della Musica, Parma [17-03-2015] | Soulful Corner

  8. Pingback: Avishai Cohen live @ Teatro Asioli, Correggio (RE) [21-05-2015] | Soulful Corner

  9. Pingback: Soulful TOP 15 [02.2014] | Soulful Corner

  10. Pingback: Soulful TOP 15 [09.2016] | Soulful Corner

  11. Pingback: Soulful TOP 15 [11.2016] | Soulful Corner

  12. Pingback: Soulful TOP 15 [12.2016] | Soulful Corner

  13. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2016 | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...