Oregon live @ Teatro Bucci, San Giovanni Valdarno (AR) [21-03-2014]

Oregon live @ Teatro Bucci, San Giovanni Valdarno (AR)

Gli Oregon sul palco. Da sinistra, Ralph Towner, Paul McCandless, Mark Walker e Glen Moore. Photo by Carlo Braschi ©

Il Valdarno Jazz Festival è una manifestazione musicale che si svolge ogni anno in alcune località nella provincia di Arezzo, nella zona del Valdarno. La manifestazione, giunta quest’anno alla XXIII edizione, ha ospitato, in passato artisti o gruppi di gran livello, alcuni dei massimi esponenti del jazz mondiale.

Anche il programma del 2014 è di assoluta eccellenza, e vede come ospiti, tra gli altri, uno dei gruppi più popolari e apprezzati in ambito jazz, ormai da più di 40 anni; si tratta degli Oregon, che si sono esibiti la sera del 21 marzo al Teatro Bucci, a San Giovanni Valdarno.

Gli Oregon sono una formazione attiva dall’inizio degli anni ’70, la cui musica è caratterizzata da uno stile molto eclettico e da un approccio totalmente versatile; una band che propone un jazz molto sperimentale e decisamente contaminato; nella musica degli Oregon il jazz è, forse, il filo conduttore che tiene insieme il tutto, ma troviamo anche fusion, blues, folk, world music e molto altro.

Oregon live @ Teatro Bucci, San Giovanni Valdarno (AR)

Gli Oregon durante il concerto. Photo by Carlo Braschi ©

I quattro membri della band, nella sua composizione attuale, sono il maestoso Ralph Towner, geniale pianista ed eccellente chitarrista; Paul McCandless, il virtuoso degli strumenti a fiato; Glen Moore, contrabbassista, e anche pianista; Mark Walker, batterista e percussionista. Questi sono i quattro musicisti che si sono esibiti in una magica e irripetibile serata, ricca di emozioni e di sentimento, per quello che sicuramente è stato l’evento di punta di questa edizione del Valdarno Jazz Festival.

Si nota un totale feeling fra i quattro musicisti, tra i quali vive una magica intesa. Non è facile identificare un leader, una guida che rappresenti un riferimento per gli altri componenti, ma ognuno di loro rappresenta un’entità a sè stante, che vive in un perfetto equilibrio rispetto a tutto il resto.

Oregon live @ Teatro Bucci, San Giovanni Valdarno (AR)

Paul McCandless nell’intensità dell’esibizione. Photo by Carlo Braschi ©

Nella serata vengono proposti numerosi brani, appartenenti al repertorio storico e più datato della band, ma anche pezzi più recenti, che invece fanno parte degli ultimi album, tra cui ricordo il bellissimo “Family Tree”, del 2012.

Ma ciò che appare subito evidente, al di là delle singole canzoni, è la tangibile voglia di sperimentazione, quel desiderio di stupire e di andare oltre l’ordinario, senza naufragare nel banale e nel “già sentito”. C’è molta improvvisazione, a dimostrazione della presenza di un’energia latente che sembra, in ogni secondo, volersi sprigionare.

Oregon live @ Teatro Bucci, San Giovanni Valdarno (AR)

Ralph Towner. Photo by Carlo Braschi ©

Ogni istante è ricco di sorprese e di attesa, per ciò che potrebbe accadere nell’istante successivo. Spesso suoni inusitati, di carattere elettronico, sembrano fuoriuscire da una tastiera che Ralph Towner ha a disposizione proprio sopra il suo pianoforte, mentre Mark Walker indugia con le sue percussioni africane, in un netto contrasto sonoro che risulta comunque molto piacevole.

Paul McCandless, che si erge al centro del palco, si esibisce, con i suoi sassofoni, in una totale padronanza dei suoi strumenti, a tal punto di essere, anche se solo per pochi minuti, il protagonista della serata; molta, forse talvolta eccessiva sperimentazione, alla quale si uniscono anche gli altri musicisti, in un miscuglio a volte leggermente caotico ma molto trascinante.

È meraviglioso vedere quanta energia viene sprigionata, nei momenti più accesi, e quanta delicatezza e armonia vengono, invece, trasmesse al pubblico presente, nei momenti immediatamente successivi, dove tutto sembra improvvisamente placarsi, per poi riprendere ancora vita e vigore, in un ciclo continuo ed inarrestabile.

Glen Moore lo si intravede spesso percorrere sentieri solitari, abbandonandosi a squisiti assoli, prolungati all’infinito e totalmente improvvisati. Altrettanto spesso vediamo due dei quattro musicisti esibirsi da soli, in magici duetti, ma senza alcun preavviso o regola; tutto accade improvvisamente, tutto è deciso sul momento.

Oregon live @ Teatro Bucci, San Giovanni Valdarno (AR)

Mark Walker, il geniale batterista e percussionista. Photo by Carlo Braschi ©

Ralph Towner spesso imbraccia la sua chitarra, abbandonandosi a piacevoli virtuosismi, mentre gli altri compagni di viaggio, con i loro strumenti, si azzardano ad emettere solo timidi sussurri, quasi per paura di disturbare.

La serata scorre via piacevolmente, con molti picchi di creatività e parecchi momenti di forte emozione, concludendosi con alcuni bis e i commossi saluti dei musicisti.

Si ringrazia Carlo Braschi per la gentile concessione delle foto scattate durante la serata. La galleria completa è disponibile anche sulla pagina facebook del Valdarno Jazz Festival.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...