Da Lata – Fabiola [2013]

Da Lata

La formazione dei Da Lata al completo. Photo by Eddie Otchere ©

Il duo britannico formato da Chris Franck e Patrick Forge, dopo ben 10 anni dal loro ultimo album, tornano con “Fabiola”, album uscito lo scorso 21 ottobre sotto etichetta Agogo Records.

Un lavoro che non solo conferma il loro inconfondibile stile di fusion, ricco di influenze afro-brasiliane alle atmosfere retrò delle piste da ballo londinesi, ma vanta anche un’eterogenea serie di collaborazioni internazionali: da Mayra Andrade (Capo Verde) alla splendida Luisa Maita (Brasile), dalla sensuale voce di Jandira Silva a Sacha Gabriel (Canada), ai connazionali Jason Yarde e Finn Peters. Un mix di culture, suoni e stili tanto originale quanto affascinante.

Sono ormai 20 anni che i Da Lata sperimentano e reinventano la musica brasiliana, passando attraverso due album (il primo nel 2000 “Songs from the Tin”, il secondo nel 2003 “Serious”) e diverse esperienze musicali differenti e soliste, senza mai tuttavia abbandonare il progetto nel quale credevano, e credono tuttora, fermamente.

Negli anni hanno collaborato con gente come Femi Kuti, Sly and Robbie, Ernest Ranglin, Baaba Maal e Bebel Gilberto, e partecipato a numerosi festival di livello mondiale come il Coachella, North Sea Jazz Festival o il Central Park Summer Stage.

Da Lata - Fabiola

“Fabiola”, nuovo lavoro dei Da Lata,uscito lo scorso ottobre.

“Fabiola” è un costrutto basato su canzoni nate dal disappunto, da frustrazione e cuori spezzati, trasmutate in emozioni di disprezzo, liberazione e trascendenza. Nonostante combini suoni africani e brasiliani con elementi provenienti dal folk, dal rock e dal soul, con sfumature funk e dub, ha un suono omogeneo che rappresenta al meglio la maturità e la complessità dell’album e dei Da Lata.

Bisogna precisare che al centro dell’anima di questo disco c’è il melting pot culturale di Londra, una delle città più multietniche del mondo dove culture e gusti diversi si scontrano continuamente, e si fondono nuovamente dando vita a progetti come questo.

Il brano che apre il disco è anche il primo singolo estratto dall’album. Um Amor a Mais con la sensuale voce di Luisa Maita affiancata da un robusto organico afro-elettronico.

Troviamo poi brani come Deixa, un samba funky coinvolgente con la bella voce di Jandira Silva, pezzo non lontanissimo dall’idea di Tania Maria, artista fusion internazionale; brani dal sapore caraibico ma con mood malinconico come Unknow, con la collaborazione della splendida Mayra Andrade, fino al trombone vibrante di Dennis Rollins in Places We Go.

Da Lata

La bella Luisa Maita, protagonista di Um Amor a Mais, primo singolo estratto dall’album. Photo by Teresa Maita ©

Giusto per non farci mancare nulla, troviamo anche pezzi come Monkeys & Anvils, brano in perfetto stile “spoken word” in collaborazione con Rich Medina e brani come Ronco da Cuica con la collaborazione di Jandira Silva e Pedro Martins che propongono un pezzo dalle sonorità tipiche del jazz-funk latino, caratterizzato da un groove sensazionale!

In chiusura, a completare il kaleidoscopio musicale dei Da Lata, troviamo Cambara 41, un tango argentino in chiave moderna, con la partecipazione di Marcelo Jeneci, e un pezzo funk con sfumature rock come Don’t Give It Up, in collaborazione con Luiz Gabriel e Fabricio FBC.

Nonostante la grande varietà di influenze che è possibile distinguere in “Fabiola”; rimarrete sorpresi quando vi renderete conto che non c’è confusione in ciò che ascoltate, al contrario vi accorgerete che ogni suono è al suo posto e non intacca ciò che è stato proposto prima. Un percorso musicale davvero interessante che vi porterà alla mente atmosfere afro-latine che difficilmente vi faranno restare fermi.

L’originalità degli arrangiamenti, la qualità delle produzioni e lo stile inconfondibile dei Da Lata, hanno confermato che, nonostante i dieci anni passati dall’ultimo disco, il loro marchio di fabbrica non è cambiato. La fusione di sonorità diverse e l’eleganza stilistica dei musicisti sono l’ingrediente principale di “Fabiola”, un disco che vi sorprenderà fin dal primo ascolto, in particolare se siete amanti del latin-funk, e che vi porterà in giro nel sud mondo, dall’Africa al Brasile grazie ad un groove dal gusto raffinatissimo dagli accostamenti sonori originale e mai scontati.

Il disco è acquistabile su tutte le piattaforme digitali (iTunes, Bandcamp) oppure attraverso gli shop più importanti (Amazon, Juno Records).

Buona Musica!

tracklist:

  1. Um Amor a Mais (feat. Luisa Maita)
  2. N.Y.J. (feat. Diabel Cissokho)
  3. Places We Go (feat. Dennis Rollins)
  4. Unknown (feat. Mayra Andrade)
  5. Ronco da Cuica (feat. Jandira Silva & Pedro Martins)
  6. Monkeys and Anvils (feat. Rich Medina)
  7. Deixa (feat. Jandira Silva)
  8. The Shore (feat. Sacha Gabriel)
  9. Cambara 41 (feat. Marcelo Jeneci)
  10. Don’t Give It Up (feat. Luiz Gabriel & Fabricio FBC)

anno: 2013
label: Agogo Records

sito ufficiale: dalatamusic.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...