Malekà – Holes in the Ground! [2014]

Malekà

Malekà circondato dai suoi vinili.

I più attenti di voi, lettori di Soulful Corner, lo ricorderanno tra gli ideatori e autori della compilation Vesuvio Funk Vol. 1, un disco nato per promuovere il movimento funk partenopeo. Lui è Malekà a.k.a. Giuseppe Caiazzo, produttore e beatmaker napoletano che negli anni non ha mai smesso di sperimentare e ricercare nuovi suoni che vanno dal funk all’hip hop fino al jazz, attraverso l’utilizzo di sintetizzatori e campioni scelti molto accuratamente.

Lo stile di Malekà è indubbiamente frutto di una vasta conoscenza musicale e soprattutto grande esperienza fatta di produzioni, ricerche e sperimentazioni. Il suo sound è legato molto alle sonorità delle colonne sonore dei film poliziotteschi e gialli anni 60-70 dei grandi maestri compositori, uno su tutti, Franco Micalizzi.

Vi avevamo raccontato anche dei Calibro 35, che s’ispirano alla stessa corrente artistica, ma con Malekà a farla da padrone c’è una forte componente funk ricca di sfumature blaxploitation e, ovviamente, una vena hip hop e rap old school immancabile, nonché influenze di elettronica e dub.

Malekà è un ricercatore, il suo lavoro continuo ha portato nel 2012 alla nascita della Silence+OtherSounds, etichetta discografica indipendente che tra il 2012 e il 2013 ha portato alla luce due nuovi progetti: “Selfscape” e “3Beatz4Handz”. Per la produzione di questi due lavori Malekà ha collaborato con diversi musicisti esperti che gli hanno dato modo di avere ancor più variazioni sonore a disposizione.

Il risultato sono due dischi molto introspettivi, profondi, ricchi di quelle visioni, sensazioni e quel senso di piacevole oscurità che è un po’ il marchio di fabbrica di Malekà. Sono entrambi due dischi molto brevi, rispettivamente 4 e 3 brani, disponibili al download (anche gratuito) su Bandcamp.

Malekà - Holes in the Ground!

“Holes in the Ground!”, il nuovo progetto di Malekà.

Nel gennaio 2014 arriva il suo primo album “Holes in the Ground!” per l’etichetta indipendente Cold Busted. Titolo che è una traduzione letterale di un tipico detto napoletano “buchi a terra”, riferito a qualcosa di molto forte. Mai titolo fu più azzeccato!

Un album che raccoglie tutta l’esperienza e le sonorità di Malekà in 10 tracce una più spettacolare dell’altra.

Ci sono tracce dalla chiara radice old school rap come l’autorevole The Breakers Gang che apre il disco passando poi a Hey You, brano stupendo che ha elementi di rap che si mescolano ad una brass section degna delle migliori colonne sonore poliziesche!

Si arriva così a Holes in the Sky, pezzo tra i più “deep funk” coinvolgenti dell’album. Pezzo caratterizzato da voci graffianti che danno al pezzo un pathos davvero incredibile. Nel brano troviamo la collaborazione di Gianluigi Capasso, chitarrista, molto conosciuto nella scena underground napoletana, amico e collaboratore di Malekà praticamente in tutti i suoi lavori.

In contrapposizione alle oscure atmosfere di Holes in the Sky, arriva la breve Dreams Are, brano che regala sensazioni di leggerezza e atmosfere sognanti, seguito a ruota da Nothing But Sand, pezzo introspettivo, a tratti psichedelico…

A seguire, Teng Fridd, brano tra i più originali del disco, fatto risultato di un alcuni sample jazz anni ’50, avvolti da un beat potente decisamente old school. Probabilmente il pezzo più rappresentativo, se non altro per l’essenza del disco e per lo stile di Malekà.

Malekà - Music About Images

Malekà: Music About Images!

Coinvolgente, caratterizzata da un sound fresco e decisamente funky è Janjo’s Guitar che vede la chitarra di Gianluca Capasso al massimo della sua espressione. Pezzo che riporta alla mente un viaggio in macchina, magari su una cabrio, durante un tramonto estivo, in completo relax. Cibo per gli animi black.

In chiusura del disco, arrivano One Note Dumb, brano dal sapore old school ricco di groove, che anticipa un’altra featuring quella di Alessandro Grossi, nel brano You & the Sea.

Alessandro Grossi è un flautista, membro degli Incensurabili, band molto nota nell’ambiente musicale partenopeo che regala un tocco di eleganza sopraffina al già bellissimo downbeat di questo brano.

A chiudere, The Eye, brano cinematografico che riporta alla mente sceneggiature noir, con enigmi e magari qualche delitto sullo sfondo. Atmosfere che, se amate certi film, apprezzerete più che mai!

Nella prima parte dell’articolo ho definito Malekà un ricercatore. Un ricercatore del suono che grazie alle sue conoscenze musicali e alla sua creatività artistica riesce a sfornare brani di assoluto livello che non avrebbero niente da invidiare alle produzioni non-indipendenti.

Il suo stile retro-futuristico, a tratti psichedelico è coinvolgente, incalzante e si apprezza di più ad ogni ascolto. I suoi pezzi sono dei mosaici di pregevole fattura e i numerosi e ricercatissimi sample sono amalgamati così sapientemente e in modo omogeneo che, in gran parte dei casi, solo un orecchio esperto riuscirebbe a captarli.

Un aspetto molto curioso di Malekà, è che lui stesso non si classifica in nessun genere in particolare, dato che la sua musica è influenzata da molte fonti sonore. Il suo obiettivo artistico è quello di creare una sorta di colonna sonora, fatta di immagini, atmosfere suggestive, forme, luci, ombre e colori che appaiono nella mente di chi ascolta, regalando sensazioni a dir poco uniche.

Le produzioni e gli album di Malekà, che noi vi consigliamo caldamente, sono disponibili su tutte le piattaforme digitali: Bandcamp, iTunes, Beatport, JunoDownload ed altre, ascoltabile integralmente su Spotify e nel lettore a fine articolo, dove trovate anche il link per l’acquisto.

Buona musica!

Sito ufficiale: malekabeats.com
Pagina facebook ufficiale: facebook.com/djmaleka
Silence+OtherSounds: Sito ufficiale / Fanpage

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...