Emma Donovan & the Putbacks – Dawn [2014]

Emma Donovan & the Putbacks

Emma Donovan in una sessione di registrazione.

«Emma’s voice is everything you’d want in a soul singer. She’s the real deal!»

[Francis Devin Rimer – Wax Poetics]

Il suo nuovo album si chiama “Dawn” ed è stato pubblicato circa un mese fa sotto la HopeStreet Recordings, in collaborazione con The Putbacks, band soul/funk australiana. La protagonista è lei, Emma Donovan, australiana, appartenente ad una famiglia indigena di musicisti country, The Donovans con i quali ebbe modo di iniziare la sua attività di cantante. Ma ciò che più l’attraeva era la collezione di vinili di suo padre piena di artisti come Laverne Baker ed Etta James oltre che artisti australiani come Archie Roach.

Affermatasi negli anni come una delle migliori cantautrici australiane in circolazione, Emma si è esibita in tutto il mondo regalando sempre al pubblico grandi performance, grazie alla sua calda voce soulful e al suo stile musicale, che riesce perfettamente a mescolare reggae e gospel, blues e roots contaminati, ovviamente da tanto soul.

Emma Donovan è sempre rimasta legatissima alle sue origini aborigene, tanto che è riuscita ad includere in alcuni suoi pezzi, il linguaggio tradizionale Gumbaynggirr, tipico della tribù omonima, una delle popolazioni indigene più numerose del New South Wales (NSW). Emma grazie alla sua musica e alla sua popolarità ha potuto (e continua) ad impegnarsi moltissimo per cercare di trasmettere le storie, le tradizioni e i valori della cultura aborigena.

Verso la fine degli anni 90, insieme a due amiche fonda le Stiff Gins, band composta da donne della stessa etnia e che proponeva world music e folk spesso unplugged. Nel 2000 la band vinse il premio come Most Promising New Talent. Parallelamente entra a far parte del collettivo della The Black Arm Band, una formazione in cui militano solo musicisti ed artisti indigeni che ha come direttore artistico Steven Richardson. Lo scopo è quello di promuovere la cultura e le tradizioni aborigene attraverso la musica.

Emma Donovan & the Putbacks

Performance live per il lancio di “Dawn”. Photo by Bill Bate ©

Il talento e la naturalezza di Emma Donovan l’hanno portata a vincere diversi premi anche da singola, come il Best Female Artist e Best R&B Single ai BUMP Awards del 2009, premiazione riservata agli artisti dell’Oceania. Inoltre i suoi 2 singoli Ngarranga e Changes sono stati nominati tra i migliori 5 singoli nel 2010 tra le etichette indipendenti.

Dall’altra parte troviamo invece The Putbacks, band formata da Rory McDougall alla batteria, Tom Martin alla chitarra, Mick Meagher al basso, Simon Mavin all’organo Hammond e Justin Marshall alle percussioni. The Pubacks si sono imposti nel panorama musicale australiano come una delle band funk più talentuose ed originali del Paese. Hanno aperto i concerti di Booker T Jones e di Charles Bradley e hanno guadagnato una certa reputazione tra le band indipendenti, tanto da ricevere un’offerta di contratto dalla HopeStreet Recordings. Qui hanno avuto modo di conoscere Emma Donovan con la quale è iniziata una collaborazione che ha portato poi alla pubblicazione di “Dawn” uscito lo scorso novembre.

Il sound autentico e puro, in perfetto stile 70’s si è sposato alla perfezione con la calda voce soul di Emma Donovan che a tratti diventa graffiante e acuta. Per di più i loro stili, molto legati alle radici della musica black, hanno fatto sì che il risultato del loro lavoro fosse quello desiderato.

Emma Donovan & the Putbacks - Dawn

“Dawn”, album di debutto di Emma Donovan & the Putbacks.

“Dawn” è un album ricco di soul con elementi malinconici tipici del blues ed un groove funk che alimenta la passione di un disco, che rispetta le tradizioni soul-funk-blues senza cadere in scontati cliché. “Dawn” è uno di quei dischi che rappresentano l’alchimia perfetta tra tradizione e contemporaneità.

Un sound che a tratti rievoca quelle sonorità della Stax, i vocalizzi blues di Aretha Franklin, Sharon Jones, Al Green ed Etta James; tutti elementi che hanno contaminato lo stile dei Putbacks e la voce di Emma e che sono stati assimilati e hanno ispirato questo splendido disco, considerando, come già accennato, la componente roots della tradizione australiana/aborigena. Uno stile definito dalla stessa Emma Donovan “blackfella music”.

E allora via con l’energica Black Woman, che dà inizio al viaggio mentale che è questo disco! Si parte con un’intro bellissima ed effetti wah-wah a dare quel tocco old-school che amiamo tanto. Tanto groove e soul in quello che secondo me è il brano più bello dell’intero disco, anche per il testo impegnato dedicato alle donne.

Troviamo poi brani come My Goodness caratterizzato da un soul, fresco e spensierato, piacevolissimo da ascoltare. A seguire, è la volta della title-track dell’album Dawn, grazie ad un sound smooth e un beat delicato. Le doti canore della Donovan fanno il resto.

«This song is about living and surviving another day, a brand new day, starting in the early sweet Dawn, to take that breath of early morning air and know you made it, it truly was a turning point for me personally, I nearly gave up music my biggest passion, the clip shows the danger of abusive relationships and how it can’t stop us from doing the things we are passionate about in our every day life.»

[Emma Donovan]

Il viaggio delle nostre anime soul continua con Mother, brano dalle sonorità blues/soul che ci riportano per davvero indietro nel tempo. Si arriva al primo singolo estratto, Daddy, brano dal sapore funk con elementi rock e blues, a tratti psichedelico.

Emma Donovan & the Putbacks

Emma Donovan & the Putbacks.

Keep Me in Your Reach è un soul fresco, che crea atmosfere ricche di elementi roots/folk, nonché di elementi gospel; a ruota arriva la ballata romantica Come Back to Me, tipico blues malinconico caratterizzato da un arrangiamento e base minimale, per dar risalto alla vellutata voce di Emma Donovan. Pezzo che nel finale acquista energia a renderlo ancor più emozionante.

In chiusura del disco troviamo Voodoo, pezzo con un groove anche questo arrivato direttamente dai 70’s, con la voce della Donovan che, con la duttilità di un vetro fuso si adatta a questo pezzo energico e funkeggiante.

La stessa duttilità è comprovata nel brano che chiude il disco, Over Under Away. Pezzo splendido, dolce forse il più rappresentativo dell’intero album che chiude alla grande un disco pieno di tutta la passione e l’anima soul di quest’artista che, come ha dichiarato lei stessa, ha scritto i brani di questo disco pensando ad una sua giornata, considerando le esperienze che vive, le gioie e le difficoltà sociali e personali.

“Dawn” è, sinceramente, un gran bel disco, di sicuro uno dei migliori del 2014 per quel che riguarda la scena internazionale delle etichette indipendenti. Un album malinconico e grintoso, emozionante ed intrigante, registrato in un piccolo studio con 8 tracce in analogico, a dimostrazione che per fare buona musica non occorrono necessariamente strumentazioni costose e sofisticate. Elemento fondamentale è la passione e l’intesa tra i componenti della band, aspetto che Emma Donovan & the Putbacks sono riusciti a centrare in pieno regalandoci un disco che cattura ad ogni nota.

A sottolineare lo splendido lavoro della formazione anche un parere illustre, quello di Paul Kelly, uno dei più autorevoli ed influenti musicisti australiani degli ultimi 30 anni:

«…Emma Donovan’s undeniable deep soul voice has met its match at last in the Putbacks.
They sass and kiss, twist and twine like a totally-into-each-other feisty couple.
“Dawn” is the perfect marriage of singer and band!»

Il disco è disponibile su tutte le piattaforme e store online (iTunes, Fatbeats, KudoRecords, Amazon) o attraverso il sito della HopeStreet Recordings.

Buona Musica!

tracklist:

  1. Black Woman
  2. My Goodness
  3. Dawn
  4. Mother
  5. Daddy
  6. Keep Me in Your Reach
  7. Come Back to Me
  8. Voodoo
  9. Over Under Away

anno: 2014
label: HopeStreet Recordings

Sito yfficiale: emmadonovan.com

Advertisements

One thought on “Emma Donovan & the Putbacks – Dawn [2014]

  1. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2014 | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...