Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia [11-01-2015]

Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia

Da sx: Frank McComb, Marcello Sutera, Javier Eduardo Maffei e Fabio Nobile. Photo by Yayo ©

Una delle voci soul più calde e soulful in circolazione, artista raggiante, talentuoso e brillante! È nato a Cleveland, Ohio, 44 anni fa e fin da bambino si è sempre dedicato al canto e alla musica soul, gospel e r&b. Ha all’attivo ben 9 album, 3 dei quali registrati dal vivo.

Lui è Frank McComb, pianista e cantautore che debuttò a metà degli anni 90 con la formazione dei Buckshot LeFonque, guidata dal grande Branford Marsalis.

Frank è stato la voce di brani storici come Another Day, Mona Lisas (And Mad Hatters) diventati dei veri successi in quegli anni. Con la formazione di Marsalis, Frank McComb ebbe l’opportunità di farsi conoscere al grande pubblico grazie alla sua voce da vero soul man, calda, potente e cristallina.

Il suo debutto solista avviene nel 2000 con “Love Stories”, album che lo consacra come una delle stelle nascenti della scena soul indipendente. Ancora buoni lavori negli anni a seguire come “The Truth Vol. 1”, lo splendido “Straight from the Vault” e l’ottimo “The Living Room”.

Frank McComb - Live at the Bitter End

“Live at the Bitter End”, l’album tributo a Donny Hathaway.

Mi sento di affermare che Frank McComb è uno degli artisti internazionali più liberi in circolazione. Mi spiego. Per la qualità della sua musica e per il suo grande talento, potrebbe tranquillamente essere un artista di punta di una qualsiasi etichetta discografica del settore.

Ma ad oggi è un artista indipendente, i suoi ultimi album sono stati pubblicati sotto la Boobeescott Records ed il suo ultimo progetto live, “Live at the Bitter End – Remembering Donny Hathaway” uscito nel 2013 negli States e a metà 2014 in Europa, è un lavoro davvero eccelso, perfettamente riuscito, con delle reinterpretazioni assolutamente originali, arrangiamenti ottimi e di un’intensità unica. Album voce e piano, così come fece nel 1971, nella stessa location per il suo album “Live”, capolavoro assoluto, l’indimenticato Donny Hathaway.

In questo periodo Frank McComb è in tour in tutto il mondo e noi di Soulful Corner abbiamo avuto il piacere e l’onore di poterlo ammirare dal vivo, al Moody Jazz Café di Foggia lo scorso 11 gennaio; abbiamo poi avuto la possibilità di conoscerlo personalmente e di intervistarlo in ESCLUSIVA per voi, lettori di Soulful Corner.

Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia

Marcello Sutera al basso e Javier Eduardo Maffei al sax. Photo by Yayo ©

Un ringraziamento speciale va allo staff del Moody Jazz Café di Foggia per averci concesso l’opportunità di intervistare un grande artista come Frank McComb ed al nostro amico Danilo per le riprese e le foto della serata.

Serata iniziata al buio, con le note di Je Sto Vicino a Te, un emozionante tributo, da parte del Moody Jazz Café alla memoria del grande Pino Daniele, scomparso lo scorso 4 gennaio. Un più che dovuto omaggio ad uno dei più grandi artisti blues della storia italiana, riconosciuto internazionalmente come uno dei migliori. Non vi nascondo che, da appassionato di blues nonché ammiratore e fan di Pino Daniele, già a quel punto della serata mi sono emozionato, tra gli applausi dei presenti.

Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia

Frank McComb in un momento della serata. Photo by Yayo ©

Dopo una breve presentazione da parte dello staff del Moody Jazz, l’intera band fa il suo ingresso sul palco con Frank McComb acclamato dal numeroso pubblico. Ad affiancarlo tutti musicisti italianissimi, che lo hanno accompagnato in quasi tutte le date in Italia. Al sassofono Javier Eduardo Maffei, alla batteria Fabio Nobile e al basso Marcello Sutera.

Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia

Il batterista Fabio Nobile. Photo by Yayo ©

Si inizia subito in grande stile e dopo una coinvolgente intro strumentale parte Love, Love, Love, classico intramontabile di Donny Hathaway che scalda immediatamente il numeroso pubblico presente.

Lunghi assoli per tutta la band che si presenta nel migliore dei modi! Si prosegue con una reinterpretazione assolutamente stupefacente di Superstition di Stevie Wonder. Forse la più spettacolare rivisitazione mai ascoltata per un superclassico come Superstition.

E poi ancora Another Day, hit datata 1997, risalente al periodo dei Buckshot LeFonque. Pezzo da brividi e la calda voce di Frank McComb che emoziona chi come me ama certe sonorità.

In entrambi i brani, la band si è concessa lunghe e bellissime improvvisazioni di un’intensità assolutamente unica, a tratti le tastiere di Frank sembravano staccarsi dalle basi tanta era l’energia con cui ci dava dentro!

Le sue tonalità ed il suo timbro vocale sono un ibrido tra Stevie Wonder e Donny Hathaway… un mix assolutamente unico che lo rende uno degli artisti soul che più mi hanno conquistato da quando lo ascoltai, anni fa, per la prima volta. Posso dire, con cognizione di causa che, ascoltato dal vivo, la voce di Frank McComb è ancor più calda, morbida, potente, avvolgente e sorprendentemente cristallina; ancora meglio dal vivo che ascoltato dal disco. Indice quest’ultimo della classe e del talento di questo artista.

Potrebbe essere un concetto scontato per molti… ma fidatevi… non lo è!

Dopo aver riproposto alcuni altri classici tra cui la bellissima I Love You More Than You’ll Ever Know, la serata si è avviata alla conclusione con un duetto tra Frank McComb al pianoforte e Javier Eduardo Maffei al sax. A Song for All il brano proposto, un medley dal sapore soul e jazz a dir poco emozionante di brani storici come A Song for You e For All We Know, brani di Donny Hathaway concluso poi con l’incantevole Some Other Time, tratta da “Love Stories”. Un momento speciale, un’intensa, e decisamente soulful, jam session tra i due, che ha concluso 2 ore intense di grande soul suonato da ottimi musicisti in (ora posso dirlo) una delle serate musicali più belle della mia vita.

Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia

Uno dei momenti finali della serata. Photo by Yayo ©

Ci hanno stupito davvero molto i tre giovanissimi musicisti italiani. Javier Eduardo Maffei al sassofono, spesso presente nei brani più romantici come Love, Love, Love, ci ha stregato con il suo sound morbido e pulito mentre Fabio Nobile alla batteria e Marcello Sutera al basso ci hanno fatto saltare dalla sedia in pezzi come Superstition, decisamente più movimentati ed energici.

Una nota particolare da parte nostra va proprio a Marcello Sutera per la sua precisione, l’intensità della sua esibizione e per la sua bravura. Il suo “slappare” quelle corde ci ha letteralmente conquistato!

Ma quando pensavo fosse finito tutto arrivò il meglio. Dopo essersi trattenuto a firmare autografi e fare qualche foto, Frank McComb ci ha concesso una breve intervista, come promesso!

E così ci siamo sistemati dietro le quinte del locale ed è partita la prima intervista targata Soulful Corner!

Potete guardarla interamente nel video (sottotitolato) che segue, oppure potete leggerla QUI.

Sito ufficiale dell’artista: frankmccomb.info

Sito ufficiale del Moody Jazz Café: moodyjazzcafe.it

Annunci

10 thoughts on “Frank McComb live @ Moody Jazz Café, Foggia [11-01-2015]

  1. Pingback: Soulful TOP 15 [11.2014] | Soulful Corner

  2. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2014 | Soulful Corner

  3. Pingback: Alessia Piermarini – Synth o Matic [2015] | Soulful Corner

  4. Pingback: Soulful TOP 15 [04.2015] | Soulful Corner

  5. Pingback: Soulful TOP 15 [05.2015] | Soulful Corner

  6. Pingback: Soulful TOP 15 [07.2015] | Soulful Corner

  7. Pingback: Soulful SummerVibes 2015 | Soulful Corner

  8. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2015 | Soulful Corner

  9. Pingback: Marcello Sutera – Resident Hotel [feat. Frank McComb, Danny Losito, Luca Colombo, Lisa Manara , Luca Mattioni & Stefano Paolini] | Soulful Corner

  10. Pingback: Soulful TOP 15 [04.2016] | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...