Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia [07-02-2015]

Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia

I musicisti durante il concerto. Da sinistra: Lorenzo Frati, Michele Marini e Emiliano Barrella. Photo by Antonio Pacini ©

La Fondazione Luigi Tronci di Pistoia, nata nel 2008, è un centro culturale che ospita un museo della musica e degli strumenti musicali a percussione, nonché importante centro di documentazione ed informazione, finalizzato alla conoscenza e trasmissione della cultura musicale tra gli appassionati della città.

Nella Fondazione Luigi Tronci, e anche nel piccolo Teatro Bolognini, situato nel centro storico di Pistoia, vengono realizzati periodicamente alcuni eventi culturali, come lezioni sulla storia degli strumenti musicali, conferenze, letture, incontri e concerti, nell’ambito della rassegna Guardare Oltre, che, per il 2015, si svolge nei mesi di gennaio e febbraio.

Tra gli ospiti di questa interessante rassegna, ci sono tre giovani musicisti, che costituiscono un trio denominato Michele Marini Organic Trio; il trio si è esibito la sera del 7 febbraio, nel Museo delle Percussioni all’interno della Fondazione, serata a cui ho avuto l’immenso piacere di partecipare e di cui vorrei parlarvi.

Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia

Un altro momento del concerto. Photo by Sandro Nerucci ©

I musicisti che formano il Michele Marini Organic Trio sono tra i più interessanti e promettenti artisti del panorama jazz contemporaneo in Italia.

Michele Marini, sassofonista e clarinettista, molto eclettico e poliedrico, ha alle spalle un prestigioso bagaglio di esperienze; dopo aver conseguito il diploma in clarinetto nel 2006 presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze, sotto la guida del maestro Fabio Battistelli, approfondisce gli studi in improvvisazione jazz con Claudio Carboni, Nico Gori, Mauro Negri e Gabriele Mirabassi.

Nel 2009 suona con la Vienna Art Orchestra come clarinetto solista, e nello stesso anno riceve il premio “Luca Flores” come miglior solista jazz al Barga Jazz Festival, una manifestazione che si svolge ogni anno nella località di Barga, in provincia di Lucca. Altri premi e riconoscimenti coronano la carriera di questo giovane musicista toscano, di cui sentiremo parlare molto a lungo.

Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia

Emiliano Barrella. Photo by Sandro Nerucci ©

Emiliano Barrella è un geniale batterista e percussionista, campano di origine ma spesso in Toscana per studio e lavoro. Laureato in batteria al Conservatorio Giacomo Puccini di La Spezia e in musica jazz al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli, Emiliano si è perfezionato e ha collaborato a vario titolo con musicisti di livello internazionale come John Riley, Kurt Rosenwinkel, Dado Moroni, Maurizio Giammarco, Marco Panascia, Roberta Gambarini e Riccardo Arrighini.

Lorenzo Frati suona il pianoforte e l’organo hammond. Dopo molti anni di studi di pianoforte sotto la guida del pianista Piero Frassi, una delle figure più importanti per l’insegnamento del pianoforte jazz in Toscana, si perfeziona in jazz performing con Valerio Silvestro, per poi conseguire la laurea in musicologia presso l’Università degli Studi di Firenze, con uno studio sulla ricezione del jazz in Italia.

Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia

Lorenzo Frati. Photo by Antonio Pacini ©

La peculiarità di questo trio è il fatto che lo strumento protagonista è l’organo Hammond. Uno strumento che non troviamo spesso nelle formazioni jazz più canoniche, ma che risulta molto piacevole scoprire e ascoltare. Uno strumento elettronico, dal suono energico e avvolgente, che si adatta perfettamente ad ogni situazione.

Il concerto del Michele Marini Organic Trio è l’occasione per presentare il primo album di questa formazione, intitolato “Changemood”. Il disco comprende principalmente composizioni originali di Michele Marini e Lorenzo Frati, e vede la collaborazione di alcuni prestigiosi musicisti come Riccardo Tesi all’organetto, Daniele Donadelli alla fisarmonica e Gianluca Belpassi alle chitarre.

Il disco è stato stampato da Visage Music s.a.s. e distribuito da Materiali Sonori; per altre informazioni e per l’acquisto del disco, che comunque è sempre in vendita durante i concerti del trio, vi rimandiamo ai seguenti contatti: materialisonori.cominfo@matson.itmichelemarini85@outlook.com

Michele Marini Organic Trio - Changemood

La copertina di “Changemood”.

La serata si apre con Funky Monkey, un brano energico e brillante, dove, nei primi istanti, è proprio il sassofono di Michele Marini ad emergere incontrastato sugli altri musicisti; solo successivamente la batteria e l’organo si inseriscono piacevolmente nella canzone, regalandoci intriganti e virtuosi assoli.

Funky Monkey, brano inedito di Lorenzo Frati e non contenuto nel disco “Changemood” (probabilmente farà parte di un successivo album del trio), introduce la splendida Change Mood.

In questo brano il ritmo è ancora trascinante; man mano che i minuti passano, è un vero e proprio crescendo di intensità, di forza, di energia; Emiliano Barrella, con la sua batteria, si abbandona a piacevoli e brillanti improvvisazioni.

I toni si placano nella successiva My Old Home, caratterizzata da atmosfere morbide e rilassate; non mancano, tuttavia, passaggi e momenti di grande intensità; la batteria, in questo caso, sembra offrire solo un timido sottofondo, lasciando più spazio a Lorenzo Frati e al delicato suono dell’organo hammond, che sembra avvolgere tutto ciò che lo circonda.

Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia

Michele Marini. Photo by Sandro Nerucci ©

In Springwalk, il sax di Michele Marini è ancora protagonista incontrastato nei primi istanti, ma solo successivamente anche Lorenzo Frati e Emiliano Barrella ci regalano intensi passaggi e intriganti improvvisazioni.

I successivi brani, Miraggio e Arabico, sono altri suggestivi momenti del concerto; Lorenzo Frati, in questa occasione, suona la melodica, uno strumento dal suono davvero avvolgente e dominante, mentre Michele Marini si inserisce con il suo clarinetto; solo con il sopraggiungere della batteria le atmosfere sembrano improvvisamente riaccendersi.

Il brano successivo, Dania’s Waltz, è, per quanto mi riguarda, il vertice assoluto della serata. Emiliano Barrella, che, in questa canzone, suona il cajon, accompagna le improvvisazioni di Lorenzo Frati, che sembra davvero incontenibile, mentre Michele Marini, al centro del palco, appare totalmente coinvolto, anima e corpo, nella performance.

La canzone prosegue, con grande energia, per minuti carichi di emozione. Sul finale, i musicisti indugiano, in libere improvvisazioni, con il desiderio di proseguire all’infinito in questa pregevole esecuzione.

Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia

Il trio durante il concerto. Photo by Sandro Nerucci ©

New Day e Midnight Samba sono i successivi brani, che ci conducono ad un altro bellissimo momento del concerto, ovvero The Right Time, altra perla assoluta della serata. L’introduzione di The Right Time è affidata a Lorenzo Frati, che ci offre imperdibili momenti di grande intensità, mentre il sax di Michele Marini, che sopraggiunge poco dopo, preferisce accompagnare con delicatezza.

I musicisti non hanno fretta di andarsene. Proseguono con varie improvvisazioni, dimostrando una totale sintonia e un palpabile feeling, e con la voglia di regalarci altri preziosi attimi di musica.

La serata si conclude con la delicata Equinox, brano di John Coltrane e unica cover contenuta nel disco. Piacevole conclusione di una serata davvero speciale.

Si ringrazia la Fondazione Luigi Tronci, nella persona del sig. Luigi Tronci, per aver ospitato questo evento. Si ringraziano Antonio Pacini e Sandro Nerucci, per la gentile concessione delle foto riportate nell’articolo. La galleria completa è disponibile sulle pagine facebook del Michele Marini Organic Trio, di Antonio Pacini e di Sandro Nerucci.

Durante la serata non è stato possibile realizzare video, per cui vi proponiamo il video ufficiale del brano “Change Mood”.

Annunci

One thought on “Michele Marini Organic Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia [07-02-2015]

  1. Pingback: Soulful Corner Awards – The Best of 2015 | Soulful Corner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...