Marvin “Bugalu” Smith Trio live @ Fondazione Luigi Tronci – Museo delle Percussioni, Pistoia [08-09-2015]

Marvin "Bugalu" Smith Trio live @ Fondazione Luigi Tronci . Museo delle Percussioni, Pistoia

I musicisti durante il concerto; da sinistra, Nico Gori, Gabriele Evangelista e Marvin “Bugalu” Smith. Photo by Sandro Nerucci ©

Marvin Smith, comunemente conosciuto come Marvin “Bugalu” Smith, è uno dei batteristi jazz più interessanti della scena musicale contemporanea. Tra le molteplici e prestigiose esperienze di cui si è reso protagonista, è sicuramente da ricordare la sua collaborazione con la Sun Ra Arkestra, di cui ha fatto parte verso le fine degli anni ’80.

Marvin “Bugalu” Smith, che nelle scorse settimane era in Toscana per alcuni concerti, è stato protagonista di un bellissimo live che si è svolto, lo scorso 8 settembre, presso il museo delle percussioni della Fondazione Luigi Tronci di Pistoia, in compagnia di due importanti musicisti jazz italiani, ovvero il sassofonista e clarinettista Nico Gori ed il contrabbassista Gabriele Evangelista.

La serata è stata un susseguirsi di forti emozioni; i musicisti hanno proposto alcuni standard jazz, più o meno noti, e anche alcune composizioni di Nico Gori; Marvin “Bugalu” Smith sprigiona una dose incontenibile di energia, si concede poche pause tra un brano e l’altro, osserva con una certa autorità i suoi musicisti, rivelandosi la guida spirituale del gruppo.

Marvin "Bugalu" Smith Trio live @ Fondazione Luigi Tronci . Museo delle Percussioni, Pistoia

Marvin “Bugalu” Smith. Photo by Sandro Nerucci ©

La serata si apre con due meraviglie assolute; i classici Bye Bye Blackbird e On Green Dolphin Street, entrambi proposti con ritmi incalzanti e virtuosi passaggi, sono brani che emozionano fin dalla prima nota.

Marvin si abbandona continuamente a complesse elaborazioni solitarie, in lunghissimi assoli dove tutto il resto rimane in silenzio; è sempre chiaramente percepibile questo suo desiderio di emergere in modo più netto sugli altri musicisti, soprattutto nei momenti più accesi e virtuosi della serata.

Marvin "Bugalu" Smith Trio live @ Fondazione Luigi Tronci . Museo delle Percussioni, Pistoia

Nico Gori. Photo by Sandro Nerucci ©

I ritmi si placano piacevolmente con le successive Belzebù e Two Five, entrambe composizioni di Nico Gori. In questi due brani, il sassofono di Nico Gori appare delicato, dal suono quasi rarefatto, mentre Gabriele Evangelista accompagna, sempre con un tono molto rilassato, trovando anche spazio per un paio di interessanti assoli.

Kary’s Trance, brano di Lee Konitz, viene proposto in una elettrizzante versione. Molte improvvisazioni, un grande interplay fra i musicisti, una grande espressività fanno di questa versione uno dei momenti più piacevoli della serata.

Non esiste più un vero leader; ognuno si ritaglia il suo più che dignitoso spazio all’interno della performance.

Il sassofono di Nico Gori risulta essere, in certe occasioni, lo strumento dominante dell’esecuzione, ma un successivo e virtuoso assolo di Marvin tende a ripristinare un ordine generale ed il controllo della situazione.

A Little Song for You è una bellissima e delicata composizione di Nico Gori, mentre Let’s Cool One, brano di Thelonious Monk, è un’altra perla assoluta della serata; si tratta di un’altra splendida ballata, in cui i tre musicisti si abbandonano ad interminabili assoli, magiche esecuzioni che avvolgono totalmente tutti i presenti. Uno dei momenti più belli e toccanti del concerto.

Marvin "Bugalu" Smith Trio live @ Fondazione Luigi Tronci . Museo delle Percussioni, Pistoia

Gabriele Evangelista. Photo by Sandro Nerucci ©

Mr. P.C., brano di John Coltrane, è un capolavoro; in questo caso i ritmi sono particolarmente infuocati e brillanti, mentre nella successiva e bellissima Body and Soul le atmosfere si fanno decisamente più rilassanti, con una splendida introduzione del solo sassofono; un’interpretazione a dir poco stellare.

Gabriele Evangelista appare ricurvo sul suo contrabbasso, abbandonandosi a frequenti esibizioni solitarie di grande livello, totalmente ed intimamente immerso nelle performance.

È sempre un vero piacere poter assistere ad un concerto di questo giovane ma grandissimo musicista, considerato uno dei più importanti contrabbassisti italiani di oggi.

La serata si chiude con una splendida Impressions, virtuosa e brillante come tutti la conosciamo nella versione originale di John Coltrane. E non potevamo chiedere una conclusione migliore di questa. Uno dei momenti più belli di una serata memorabile.

Si ringrazia la Fondazione Luigi Tronci, nella persona del Sig. Luigi Tronci, per aver reso possibile questo evento. Inoltre si ringrazia Sandro Nerucci per la gentile concessione delle foto riportate nell’articolo; la galleria completa è disponibile nella pagina facebook di Sandro Nerucci.

Di seguito, il video di Kary’s Trance, uno dei pezzi forti della serata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...