Soulful TOP 15 [02.2017]

Soulful TOP 15Febbraio 2017, Soulful TOP 15 numero 54! Mese ricchissimo di nuove uscite, di anteprime e grandi ritorni come quello degli attesissimi Jamiroquai, il nuovo lavoro di Omar e poi il ritorno del deep soul made in England di Hannah Williams. E ancora… il nuovo lavoro solista di Nathan East, il nuovo progetto di Chris Thile & Brad Mehldau e poi lo straordinario album di Common, tra i migliori dell’ultimo periodo.

Tra le altre segnalazioni, José James, Colin Vallon, Marcia Griffiths, Pink Martini, John Legend, lo straordinario Thundercat… insomma anche per questo mese speriamo di aver soddisfatto i vostri gusti e allietato le vostre menti affamate di black music e di soulful vibes!

Come sempre, potete ascoltare la playlist della nostra TOP 15 direttamente sul nostro canale ufficiale YouTube! Buona Musica!

  • Bell Biv Devoe – I’m Betta

Apriamo la Top 15 di febbraio con il secondo singolo dal nuovo album dei Bell Biv Devoe, celebre gruppo spin-off dei New Edition! L’atteso disco, intitolato “Three Stripes” e giunto a 16 anni dall’ultimo lavoro in studio, è disponibile dal 27 gennaio scorso e contiene collaborazioni prestigiose con grandi artisti del panorama r&b contemporaneo come SWV e Boyz II Men e della scena oldschool hip hop come Doug E. Fresh. Dopo Run, singolo che vi abbiamo proposto qualche mese fa, è ora il turno di un altro pezzone, I’m Betta! Non c’è che dire, per Ricky Bell, Michael Bivins e Ronnie DeVoe il tempo sembra non passare mai! Listen & enjoy! (selected by Raheem)

  • Chris Thile & Brad Mehldau – Independence Day

Il vulcanico pianista Brad Mehldau, sempre alla ricerca di nuove forme musicali e di eclettiche sperimentazioni, ha realizzato un album, in compagnia del cantante e mandolinista Chris Thile, intitolato “Chris Thile & Brad Mehldau”. Il disco contiene pezzi originali e alcune cover, spaziando tra generi anche piuttosto lontani tra loro, dove tuttavia il jazz è il collante che tiene insieme tutto il lavoro. Un disco che susciterà vere emozioni a chiunque decida di ascoltarlo. Per iniziare, vi suggeriamo l’ascolto della bellissima Independence Day, brano di Elliott Smith qui riproposto in un versione assolutamente deliziosa. Buona musica! (selected by Alessandro)

  • Colin Vallon – Tsunami

“Danse” è il titolo del nuovo album del compositore e pianista svizzero Colin Vallon. La formazione che troviamo in questo disco è quella del trio, dove Colin Vallon è accompagnato da Patrice Moret al contrabbasso e Julian Sartorius alla batteria. “Danse”, che, come i due precedenti album, “Le Vent” e “Druga”, è pubblicato dall’etichetta Ecm,  il che è sinonimo di qualità e di eccellenza, è un piccolo gioiello, ricco di atmosfere, belle melodie, dove emerge un notevole interplay fra i tre musicisti. Un lavoro estremamente raffinato, come dimostra il brano Tsunami, che vi proponiamo. (selected by Alessandro)

  • Common feat. Bilal, Robert Glasper & Andra Day – Letter to the Free

Tra gli album usciti verso fine anno e per noi tra i migliori del 2016, “Black America Again” di Common contiene delle perle assolute, come questo in compagnia di Bilal, Andra Day e il grande Robert Glasper al piano. Le atmosfere che ci regala questo pezzo sono uniche, brano drammatico e intenso, con i vocalizzi di Bilal e l’elegante piano di Glasper come ciliegina sulla torta. Pathos accentuato ancor più dal video in bianco e nero, a rendere il tutto più intenso. Come sempre Common, nella sua musica è impegnato anche socialmente e politicamente e questo brano non è da meno… Buon ascolto! (selected by Yayo)

  • Hannah Williams & the Affirmations – Fighting Your Shadow

L’avevamo lasciata nel 2012, con il grande successo A Hill of Feathers, album inciso insieme ai The Tastemakers. Da allora Hannah Williams è diventata mamma ed ha continuato a lavorare e collaborare con importanti artisti. Dal 2015 ha iniziato una collaborazione con la band inglese dei The Affirmations, che la accompagnerà anche in tour. Il risultato di questa collaborazione è stato “Late Nights & Heartbreak”, album mixato in analogico e masterizzato su bobina per conservare l’essenza di quel deep soul viscerale condito da atmosfere rarefatte e accenni psichedelici. L’album è stato pubblicato il 20 gennaio e questo che vi proponiamo è il terzo singolo estratto. (selected by Yayo)

  • Jamiroquai – Automaton

L’attesissimo nuovo album dei Jamiroquai sta ormai per arrivare. Il prossimo 31 marzo, a distanza di 7 anni dal precedente “Rock Dust Light Star”, uscirà infatti l’ottavo album in studio di Jay Kay e soci. Il nuovo disco della band britannica si intitolerà “Automaton” e si preannuncia davvero interessante. Ad anticipare il tutto ecco il singolo omonimo, con sonorità che a tratti richiamano lo stile del duo francese Daft Punk. Già previste alcune date live del tour promozionale di “Automaton”, tra cui la quella del prossimo 11 luglio a Firenze, nell’ambito del “Firenze Summer Festival”! Assolutamente da non perdere! (selected by Raheem)

  • John Legend feat. Chance the Rapper – Penthouse Floor

Il buon John Legend è ormai uno dei nomi più affermati in ambito r&b, vera e propria garanzia di qualità in ambito musicale. Il suo ultimo album, “Darkness and Light”, è stato pubblicato nel dicembre del 2016, preceduto dal singolo Love Me Now. Tra le varie chicche contenute nel disco una delle più riuscite è senza ombra di dubbio il brano Penthouse Floor, singolo prodotto da Greg Kurstin e Blake Mills, con la partecipazione di uno dei rapper più talentuosi della scena attuale, Chance the Rapper. (selected by Raheem)

  • José James – Always There

Nuovo lavoro in arrivo anche per José James, cantante nativo di Minneapolis che nell’ultimo decennio ha saputo conquistarci grazie alle sue produzioni raffinate, a metà tra soul e jazz. Il nuovo disco, “Love in a Time of Madness”, dovrebbe uscire verso la fine di questo mese e si preannuncia un po’ distante dal suo classico sound di inizio carriera e più vicino a suoni r&b/neo soul contemporanei, nel solco di un percorso già intrapreso con l’album del 2014 “While You Were Sleeping”. Il primo estratto è l’intrigante Always There, brano che vi proponiamo per l’occasione. Enjoy! (selected by Raheem)

  • Marcia Griffiths – Holding You Close

Per gli appassionati di reggae non c’è bisogno di presentazioni… Marcia Griffiths, da molti considerata la regina del reggae, è senz’altro una delle più influenti artiste del genere per la sua lunga carriera ricca di successi e ricca di collaborazioni di altissimo livello tra cui Bob Marley, Willie Nelson, Eric Clapton, Jeff Beck, Ben Harper, Manu Chao, The Roots, Keith Richards e molti altri. Il singolo che vi proponiamo è stato pubblicato lo scorso ottobre ed anticipa l’uscita del suo nuovo lavoro, probabilmente nei prossimi mesi. Nell’attesa godetevi queste positive vibes… (selected by Yayo)

  • Nathan East – Lifecycle

Nathan East è sinonimo di prestigio ed eccellenza. Innumerevoli sono le collaborazioni che vedono questo grande bassista come un assoluto protagonista, sia in occasione di eventi live, sia di incisioni di album a fianco di altri artisti. Esistono una manciata di album che Nathan East ha realizzato in veste di leader; l’ultimo si intitola “Reverence”, freschissimo di uscita. Vi proponiamo Lifecycle, uno dei brani più belli del disco. (selected by Alessandro)

  • Omar – I Want It to Be

A 4 anni da “The Man”, suo ultimo album in studio, torna Omar Lye-Fook, uno dei nomi di punta della scena british soul! Il suo nuovo lavoro è intitolato “Love in Beats” ed è disponibile da poco su etichetta Freestyle Records! Tante le collaborazioni di prestigio, da Robert Glasper a Ty, da Natasha Watts a The Floacist! Il brano che vi proponiamo per l’occasione è la bellissima I Want It to Be! (selected by Raheem)

  • Pink Martini – Joli Garçon

Ascoltando la musica dei Pink Martini è davvero impossibile annoiarsi; si tratta di una piccola orchestra, guidata dal pianista Thomas Lauderdale, che propone una musica in bilico tra jazz, musica latina, musica classica, spesso caratterizzata da atmosfere piuttosto festose ma accompagnata da una certa eleganza di fondo; i brani vengono interpretati in diverse lingue, per un melting pot culturale estremamente affascinante. Per voi abbiamo scelto il brano Joli Garçon, estratto dall’album “Je Dis Oui!”, uscito pochi mesi fa. (selected by Alessandro)

  • Smoove & Turrell – You Could’ve Been a Lady

Jonathan Scott Watson, a.k.a. Smoove, è un DJ e produttore in attività dall’inizio degli anni 90. Ha partecipato a varie produzioni hip hop e funk, tra cui anche alcuni remix con i Digital Underground. John Turrell invece è un cantautore e musicista, ha lavorato per diverso tempo al Craig Charles Funk & Soul Show per BBC Radio 6 e vanta varie collaborazioni illustri tra cui James Taylor e Mavis Project. Nel 2007 iniziano una collaborazione che nel 2009 dà alla luce il loro primo singolo sotto Jalapeno Records. Ed è proprio sotto la mitica etichetta funk che è stato pubblicato anche il loro nuovo lavoro uscito qualche mese fa, “Crown Posada”, dal quale vi proponiamo questo trascinante brano con un video a dir poco originale. (selected by Yayo)

  • Thundercat feat. Michael McDonald & Kenny Loggins – ‘Show You the Way

Bassista californiano, nato e cresciuto a Los Angeles, Stephen Bruner, meglio conosciuto come Thundercat, è uno dei nomi più ricercati del momento (e negli ultimi anni) sulla scena della black music mondiale. Dopo aver collaborato con Erykah Badu in “New Amerykah” (2008) e con Flying Lotus in “Cosmogramma” (2010), pubblica i suoi primi due album da solista nel 2011 e 2013. Ma il suo nome sale alla ribalta quando nel 2015 collabora con Kendrick Lamar nel fenomenale “To Pimp a Butterfly”. In seguito collabora con Kamasi Washington, Bilal, Mac Miller, Childish Gambino, Taylor McFerrin e molti altri. Il suo stile jazz fusion regala eleganza ed atmosfere più che mai soulful, come piace a noi! Il brano che vi proponiamo anticipa l’uscita del disco “Drunk” prevista per il prossimo 24 febbraio. Nell’attesa, buon ascolto! (selected by Yayo)

  • Zsófia Boros – Nocturne

“Local Objects” è il bellissimo ultimo album della chitarrista ungherese Zsófia Boros, pubblicato per l’etichetta Ecm. L’artista per questo album si accompagna da sola, con la sua chitarra, ed il risultato è indubbiamente di gran classe e di estrema raffinatezza. Momenti di grande tensione emotiva, alternati a momenti di apparente tranquillità, ma è una musica in continuo divenire, in perpetua evoluzione, brano dopo brano. Nocturne è un esempio della meraviglia che potete trovare ascoltando “Local Objects”(selected by Alessandro)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...