Soulful TOP 15 [04.2017]

Soulful TOP 15Nuovo mese, nuova “Soulful TOP 15”! Si rinnova anche per questo mese di aprile il tradizionale appuntamento con le migliori novità discografiche selezionate dallo staff di Soulful Corner!

Mese segnato indubbiamente dal grande e atteso ritorno di Kendrick Lamar, che a breve darà alla luce il suo nuovissimo album! Altro ritorno degno di tale nome è quello del talentuoso Raul Midón, con una pregevole cover del classico della Steve Miller Band, Fly Like an Eagle!

Spazio poi anche a nomi meno celebri ma di indubbia qualità, come la splendida Somi o l’affascinante Dondria Nicole, e a musicisti di lungo corso come i pianisti Billy Childs e George Winston! Se tutto ciò vi ha incuriosito, non vi resta che leggere le nostre proposte e ascoltare tutto d’un fiato la nuova Top 15, disponibile come sempre anche sul nostro canale YouTube! Listen & enjoy!

  • Billy Childs – Rebirth

Ai lettori più attenti questo nome non risulterà nuovo. Billy Childs è un pianista, compositore e produttore californiano, classe ’57. Tra le sue prestigiose collaborazioni ci sono arrangiamenti per artisti come Sting, Dianne Reeves, Chris Botti, Gladys Knight e molti altri. Alcune di queste collaborazioni gli sono valse anche il Grammy Award come “Best Jazz Vocal” nel 2000. Dopo qualche anno di assenza torna sulla scena con “Rebirth” un disco che mette in mostra ancora una volta (semmai ce ne fosse ancora bisogno) tutto il suo talento cristallino, soprattutto negli arrangiamenti, mai banali e incredibilmente affascinanti. Caldo, tagliente, puntiglioso e imprevedibilmente potente allo stesso momento… Questo è Billy Childs! (selected by Yayo)

  • Brian Owens feat. Michael McDonald – For You

Fino a qualche anno fa Ferguson, Missouri, era una cittadina poco conosciuta degli States, fino al 2014 quando si verificarono i tragicamente famosi “Fatti di Ferguson”, nei quali perse la vita il giovane Michael Brown. Ma Ferguson è anche la patria di grandi musicisti, tra questi spicca senz’altro l’arte e la maestria di Michael McDonald che in questo brano, affianca una giovane promessa, tale Brian Owens. Stile old-school, sound d’altri tempi rivisto in chiave moderna e tanto groove. Questi gli ingredienti di “Soul of Ferguson”, un disco che finora è sicuramente tra il meglio del 2017. Assolutamente da ascoltare! Consigliatissimo! (selected by Yayo)

  • Bruno Mars – That’s What I Like

Bruno Mars non ha certo bisogno di presentazioni, data la sua popolarità in questi ultimi anni. Il suo nuovo e terzo album “24K Magic” sta riscuotendo grandi apprezzamenti in tutto il mondo, Italia compresa. Successo strameritato per il cantante nativo delle Hawaii, che negli ultimi anni ha abbracciato un sound meno pop e sempre più funk! L’ultimo singolo estratto ne è la prova, un pezzone dal sapore vagamente new jack swing, che sembra uscito da una produzione alla Teddy Riley! Questa è That’s What I Like…. enjoy! (selected by Raheem)

  • Coco Montoya – Truth Be Told

Appassionati di blues… si è proprio lui! Coco Montoya, bluesman classe ’51, diventato celebre quando nei primi anni ’80 entrò a far parte della storica formazione dei Bluesbreakers di John Mayall. Il resto è storia. La sua fonte d’ispirazione fu il grande Albert King, che, per usare le sue parole “dopo averlo visto suonare per la prima volta, la sua anima e la sua vita cambiarono per sempre”. Tra le sue innumerevoli collaborazioni troviamo John Mayall, Eric Clapton, Peter Green, Mick Taylor e molti altri. Uno di quei bluesman in missione, che ha girato il mondo e che continua a regalare emozioni e a diffondere il verbo del blues… (selected by Yayo)

  • Dondria Nicole – Weak

Dondria Nicole Fields, o più semplicemente Dondria Nicole, è una giovane cantante r&b scoperta qualche anno fa dal rapper e produttore Jermaine Dupri, un nome che è una garanzia in qualità di talent scout! Del suo debutto, Dondria vs. Phatfffat, uscito nel 2010 su etichetta So So Def, ve ne abbiamo parlato molto positivamente all’epoca. Nel corso del 2017 dovrebbe finalmente uscire il suo secondo album in studio, per ora senza titolo. Ad anticipare il tutto Dondria ci propone una sua personale versione di un classico dell’r&b anni ’90, la splendida Weak portata originariamente al successo dalle SWV! (selected by Raheem)

  • George Winston – Ms. Mystery 1

George Winston, pianista statunitense, è attivo dagli anni ’70, ma solo dagli anni ’80 la sua bravura ha cominciato a farsi notare al grande pubblico, con la pubblicazione di interessanti album, caratterizzati da diversi stili musicali. Winston, recentemente, ha avuto diversi problemi di salute, ha subito alcuni interventi, a causa del cancro e di altre gravi complicazioni; durante questi ultimi anni, vittima di tali disagi, George Winston ha trovato la giusta ispirazione per comporre, e talvolta anche suonare, alcuni brani, che sono stati raccolti in un album, in piano solo, pubblicato proprio in questi giorni; il titolo di questo toccante lavoro è “Spring Carousel – A Cancer Research Benefit”. Un album sicuramente sofferto, ricco di sentimento, e tutto da ascoltare. (selected by Alessandro)

  • Joe – Lean into It

Torniamo all’r&b puro con un nuovo singolo estratto dall’ultimo disco di Joe Thomas, intitolato “#MyNameIsJoeThomas”! L’album, di cui vi abbiamo parlato spesso in questi ultimi mesi, è uscito ormai da qualche mese e sta riscuotendo un buon riscontro tra gli amanti della scena r&b/soul. Con questo ultimo estratto, la dolce ballad Lean into It, Joe torna ad incantarci con una slow jam di qualità, come solo lui e pochi altro sanno fare! (selected by Raheem)

  • Kendrick Lamar – HUMBLE.

Ci siamo! Manca ormai pochissimo al nuovo atteso album di Kendrick Lamar, il miglior talento della scena hip hop messosi in luce in questi ultimi anni! Il disco, il seguito del capolavoro “To Pimp a Butterfly”, è ancora senza nome ma si preannuncia un’ennesima bomba! Ad anticiparlo proprio nei giorni scorsi è uscito il singolo HUMBLE, prodotto da Mike Will Made It; un brano potente e visionario, accompagnato da un video a dir poco superlativo, ricco di spunti e citazioni interessanti! Non c’è che dire, K-Dot non sbaglia un colpo! (selected by Raheem)

  • Kuba Więcek – Another Raindrop

Kuba Więcek è un sassofonista polacco, un giovane musicista di grande talento, che sta emergendo significativamente come un nome di punta del panorama jazz del suo paese. “Another Raindrop” è il titolo del suo ultimo disco, realizzato in trio, in compagnia del contrabbassista Michał Barański e del batterista Łukasz Żyta. Il brano Another Raindrop è proprio quello che vi facciamo ascoltare. (selected by Alessandro)

  • Raul Midón – Fly Like an Eagle

Un altro ritorno, quello di Raul Midón, con un nuovo disco fresco di pubblicazione. Quello che vi proponiamo è il brano che chiude la tracklist di “Bad Ass and Blind”, questo il titolo del disco. Si, se lo avete riconosciuto dal titolo è proprio il brano della Steve Miller Band, reinterpretato da Raul Midón in una delle cover più belle per questo splendido brano, diventato celebre nella versione di Seal per essere entrato nella colonna sonora di “Space Jam” nella famosa scena dell’allenamento di Michael Jordan. Non vi diciamo altro, godetevi questo pezzo! (selected by Yayo)

  • Robert Randolph & the Family Band feat. Darius Rucker – Love Do What It Do 

Vi presentiamo qui la famiglia Randolph: Robert, Marcus e Lenesha. Il leader è Robert, inserito da Rolling Stone tra i migliori 100 chitarristi di sempre. Ispirati da Earth, Wind & Fire e Sly & the Family Stone per lo stile e per la formazione familiare, hanno iniziato la loro attività nel 2001 e da allora hanno collaborato con grandi artisti e partecipato a tantissimi festival che li hanno portato ad essere conosciuti universalmente come una delle famiglie più energiche del mondo della musica! Questo brano è tratto da “Got Soul”, loro nuovo album, pubblicato qualche settimana fa… Vederli dal vivo è uno spettacolo unico, ascoltare i loro dischi è un viaggio nel groove, alle radici del funk e del blues… Imperdibile! (selected by Yayo)

  • Somi – Alien 

Pochi giorni fa è uscito “Petit Afrique”, l’ultimo album della cantautrice Somi, nata negli Stati Uniti ma di origini africane. Un personaggio di altissimo livello, a tal punto che l’autorevole rivista musicale “JazzTimes” ha descritto le sue performance live come «The earthy gutsiness of Nina Simone blended with the vocal beauty of Dianne Reeves». Con una simile presentazione, è ovvio che ci si aspetta tanto da un personaggio del genere; sarà tuttavia sufficiente ascoltare Alien, canzone estratta dal bellissimo “Petit Afrique”, per capire che ogni altro commento risulta superfluo, e che siamo, in effetti, di fronte ad una grandissima artista. (selected by Alessandro)

  • Stokley – Level

Dopo una lunga carriera all’interno della propria band, è giunto il momento dell’atteso debutto solista di Stokley Williams, l’inconfondibile voce del gruppo r&b Mint Condition, band che negli ultimi 25 anni ci ha regalato album e brani di straordinaria bellezza! L’uscita del disco di Stokley è prevista per i prossimi mesi e si intitolerà “Introducing Stokley”. All’interno collaborazioni con grandi artisti come Robert Glasper e belle voci come la britannica Estelle; il singolo che anticipa il tutto è una vera e propria gemma, uno dei nostri brani preferiti del momento! A voi la splendida Level! (selected by Raheem)

  • Tigran Hamasyan – The Cave of Rebirth

“An Ancient Observer” è il titolo dell’ultimo disco, in piano solo, del pianista armeno Tigran Hamasyan; una musica multiforme, che, pur essendo complessivamente molto vicina al jazz contemporaneo, comprende anche atmosfere rock ma soprattutto uno stile vicino alla musica tradizionale del proprio paese. Impossibile non amare The Cave of Rebirth, uno dei pezzi più belli tratti da “An Ancient Observer”. Buona musica! (selected by Alessandro)

  • Yasmine Hamdan – La Ba’den

Yasmine Hamdan, cantautrice libanese, residente stabilmente in Francia, è un’artista dalle molteplici sfumature. Nella sua musica troviamo stili molti diversi tra loro, world music in cui troviamo tracce di rock, trip hop, musica elettronica e molto altro. Molto importante la collaborazione di Yasmine Hamdan con il polistrumentista libanese Zeid Hamdan, con il quale ha stretto un sodalizio musicale, denominato Soapkills, e con cui ha realizzato diversi album, qualche anno fa. Altrettanto importante la carriera da solista: dopo la realizzazione di un disco d’esordio nel 2013, quest’anno Yasmine Hamdan è tornata con un nuovo album, “Al Jamilat”, di cui vi proponiamo un bellissimo estratto, La Ba’den. Buon ascolto! (selected by Alessandro)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...