Soulful SummerVibes 2014

Soulful Summer Vibes 2014Tempo d’estate, tempo di Summer Vibes! Come lo scorso anno abbiamo pensato di riproporre, nel bel mezzo del mese d’agosto, una selezione di grandi classici dal sapore estivo che hanno contraddistinto i generi musicali a noi cari!

Troverete brani di artisti che sono vere e proprie istituzioni della black music, come sua maestà Stevie Wonder o l’immenso Quincy Jones, ma anche cantanti r&b/soul contemporanei, come Olivia ed Erykah Badu. Spazio anche alle sonorità brasiliane con Gilberto Gil e Joyce Moreno ed un po’ di sano hip hop, con Coolio ed i Naughty by Nature! Questo e molto altro nella “Soulful SummerVibes 2014″… una selezione nel classico stile di Soulful Corner, con la presenza di brani accomunati da un sound particolarmente estivo!

Come ogni selezione di Soulful Corner, anche la “Soulful SummerVibes 2014”, è disponibile in formato playlist sul nostro canale ufficiale di YouTube! Buon ascolto & ovviamente buon estate… listen & enjoy! Continua a leggere

Soulful TOP 15 [07.2013]

Soulful TOP 15Nuovo imperdibile appuntamento con la nostra “Soulful TOP 15”! Per questo mese di luglio abbiamo raccolto per voi molte novità di altissimo livello, muovendoci tra soul, r&b, hip hop, jazz and more! Insomma, come sempre vibrazioni black a 360°!

Spazio quindi ad attesissimi ritorni come quello di Algebra Blessett e quello, totalmente inaspettato, di Remy Shand, che ci danno un assaggio dei loro futuri album. A completare il tutto ci sono anche maestri come George Benson e Bobby McFerrin, ed artisti emergenti e di talento come Georgia Reign e Ill Camille.

Vi ricordiamo che potete ascoltare e vedere la nostra playlist anche tramite il nostro canale YouTube. Listen & enjoy! Continua a leggere

Kerbside Collection – Mind the Curb [2013]

Kerbside Collection

Kerbside Collection al completo.

«A gritty rhythm section of old school drums and Fender or upright bass,
alongside funky Hammond and Rhodes,
with some sweet George Benson-ish jazz guitar licks on top.»

Vengono da Brisbane, la terza città più popolosa dell’Australia, e hanno fatto del jazz, del funk e dei cosiddetti rare grooves il loro pane quotidiano. Sono i Kerbside Collection, band composta da Ravi Welsh (chitarra), Jason “Paprika” Bell (batteria e percussioni), Chris Poulsen (organo Hammond & piano Fender Rhodes) e Jeremy O’Connor (Basso Fender “P” & contrabbasso).

Ciò che accomuna i giovani componenti di questa band è la passione per il sound californiano degli anni ’60 e ’70. La loro ispirazione viene dalla musica di Joe Sample e i Crusaders, di George Benson, di Chico Hamilton, di Wes Montgomery; oppure, dando un occhio ad artisti più recenti, a Bobby Hughes, James Taylor, i Soulive ed altri. Continua a leggere

SC consiglia… George Benson – Breezin’

George Benson - Breezin'

“Breezin'”, 1976, rappresenta la svolta per la carriera di George Benson.

Stasera vorrei proporvi un pezzo di quelli che vi riconcilieranno con voi stessi. Anno 1976, la consacrazione di un uomo che è diventato con gli anni una leggenda vivente del jazz. Vederlo suonare è come studiare il manuale della chitarra tanto è sopraffina la sua tecnica.

Sto parlando ovviamente di George Benson e della sua Breezin’, tratta dall’album omonimo. Estasi jazz allo stato puro… un senso di “brezza”, di freschezza invaderà la vostra mente… le parole in questo brano sarebbero superflue, anche perché Benson lascia parlare la sua Ibanez GB10, fatta apposta per lui.

Prestigiose anche le produzioni di quest’album affidate a Tommy LiPuma e gli eleganti e perfetti arrangiamenti di Claus Ogerman. “Breezin'” è allo stesso tempo uno degli album più influenti per i musicisti avvenire e anche uno dei più longevi. Un capolavoro unico…

Un’altra magnifica versione di questo pezzo è contenuta dell’album “Givin’ It Up” del 2006, dove Benson incontra un altro mostro sacro della musica come Al Jarreau. Continua a leggere

George Benson… The Guitar Legend

«Se nel jazz esiste qualcuno che ha fatto quello che hanno fatto i Beatles nel pop, questo è George Benson.»

[cit. Ken Burns]

George Benson è il chitarrista per eccellenza, dotato di tecnica sopraffina, da manuale. Ispiratosi a Wes Montgomery e Charlie Christian, due geni della chitarra, inizia la sua carriera nel 1964 con l’incisione di “The New Boss Guitar” per la Columbia Records.

George Benson

La passione di George Benson in un live.

L’album, in collaborazione con Lonnie Liston Smith e Ronnie Cuber, ebbe un discreto successo e da lì in poi Benson non si è più fermato pubblicando altri 4 album nei 2 anni seguenti. Giovanissimo, 21 anni l’età del suo debutto, viene subito notato da un uomo “abbastanza influente” nel mondo del jazz, ovvero Miles Davis.

Benson coglie l’occasione al volo e inizia un periodo di collaborazione con Davis; in Paraphernalia, del 1968 presente nell’album “Miles in the Sky”, la chitarra elettrica che accompagna l’ipnotica tromba di Miles è proprio quella di George Benson che definì il periodo di collaborazione con Miles Davis come il suo più importante periodo di formazione musicale. Continua a leggere