Soulful Corner Awards – The Best of 2014

Soulful Corner Awards 2014Terza edizione dei Souful Corner Awards, l’ormai consueto appuntamento in cui lo staff di Soulful Corner decreta il meglio dell’annata musicale da poco conclusasi! Il 2014 ci ha regalato tanta ottima musica, grazie ad album di ottima fattura e a brani che hanno decisamente colpito nel segno!

Difficile, se non impossibile, racchiudere in un articolo tutti gli artisti e le produzioni che ci hanno conquistato e fatto emozionare durante l’anno, ma anche questa volta ci siamo divertiti a stilare tutto ciò che secondo noi ha contraddistinto in maniera esemplare i generi musicali da noi amati.

Quest’anno troverete 22 categorie, divise per tipologia o genere musicale, una in più rispetto agli anni passati… la novità è rappresentata dalla categoria “best independent album“, che racchiude tutti quei dischi pubblicati per etichette indipendenti, a cui spesso abbiamo dedicato spazio sulle nostre pagine. Per ogni categoria come d’abitudine sono indicate al massimo tre scelte, una per ogni componente dello staff di Soulful Corner! Continua a leggere

Soulful TOP 15 [05.2014]

Soulful TOP 15Siamo ormai a primavera inoltrata, le pubblicazioni in fatto di black music si susseguono a raffica e noi non ci facciamo mancare nulla, anche questo mese! Novità in campo hip hop con il nuovo lavoro di Snoop Dogg ed r&b e soul con Andre Henry, Alicia Keys, Ledisi ed il ritorno di Nneka!

2 giorni fa si celebrava la giornata internazionale del jazz e noi, ovviamente, abbiamo dedicato ampio spazio anche al jazz, con il debutto di Takuya Kuroda, sotto etichetta Blue Note, Jackiem Joyner e Meshell Ndegeocello! Interessantissimo anche il nuovo lavoro di Tony Momrelle, che non finisce mai di stupire! Anche questo mese abbiamo quindi cercato di soddisfare tutti, spaziando a 360° nel mondo della black music!

Una curiosità, riguardante Soulful Corner: questa è la nostra 24a TOP 15, ciò significa che da 2 anni ormai (sembra ieri) cerchiamo di dare il meglio per proporre sempre musica di qualità e far conoscere a tutti lo splendido mondo della musica black! Speriamo sinceramente di aver fatto un buon lavoro! Continua a leggere

Soulful TOP 15 [03.2014]

Soulful TOP 15Come ogni mese, torna puntualissima la nostra nuova “Soulful TOP 15”. Anche in questo mese di marzo non mancano molte interessanti novità discografiche, che spaziano un po’ in tutti i generi musicali che più amiamo.

La brava cantante e compositrice brasiliana Maria Rita sta uscendo con un nuovo album, “Coração a Batucar”, che si preannuncia di altissimo livello; per non parlare dello storico bassista Nathan East, che sta per dare alla luce un nuovo album, ricco di novità e di sperimentazioni; anche il cantautore Joe ha un nuovo album in uscita, “Bridges”, previsto per la prossima estate e che sarà sicuramente un successo.

Tutto questo e molto altro nella nuova TOP 15, che potete ascoltare anche dal nostro canale YouTube! Continua a leggere

SC consiglia… Marvin Gaye – I Heard It Through the Grapevine

Marvin Gaye - In the Groove

“In the Groove”… 1967.

Stasera vi propongo I Heard It Through the Grapevine, pezzo del 1967 estratto da “In the Groove”.

Pezzo scritto in un periodo drammatico di depressione per Marvin, che aveva saputo da poco che la sua partner e grande amica Tammi Terrell aveva un tumore al cervello e di lì a qualche anno l’avrebbe lasciato e spesso trovava rifugio nell’alcool.

In questo periodo Marvin pensò più volte di abbandonare il mondo della musica ma trovò la forza di andare avanti, anche perché questo pezzo fu uno dei singoli più venduti di sempre dalla Motown con quasi quattro milioni di copie vendute…

Il resto è storia… Continua a leggere

SC consiglia… Marvin Gaye – Got to Give It Up

«Don! Hey man, I didn’t know you was in here!»

Il “Don” al quale si riferisce era il suo grande amico Don Cornelius, si proprio lui, il presentatore della famosissima trasmissione Soul Train, che dispensava black music liberamente in tv… quelli si che erano tempi…

Marvin Gaye - Live at the London Palladium

“Live at the London Palladium”, 1977, uno dei capolavori live di Marvin Gaye.

Comunque… nel caso qualcuno non l’avesse ancora capito… Si, Marvin Gaye è il mio artista preferito. Amo tutta la black music, adoro molte voci, molti sound… ma ho un debole per la voce di Marvin, ed è per questo che vorrei proporvi Got to Give It Up tratto dal doppio album “Live at the London Palladium”, del 1977, che in quegli anni vendette oltre 2 milioni di copie.

Pezzo funk-jazz con ispirazione disco, questo brano infatti si sarebbe dovuto chiamare Dancing Lady, influenzato dalla hit dance Disco Lady, di Johnnie Taylor. Comunque vada Got to Give It Up ha fatto ballare eccome! Voluto proprio da Marvin, è l’effetto delle voci in sottofondo che danno l’idea di essere ad una festa, usa un pò lo stesso effetto che venne usato per What’s Going On qualche anno prima. Continua a leggere

SC consiglia… Marvin Gaye – Ain’t No Mountain High Enough

Marvin Gaye & Tammi Terrell - United

“United” (1967) – Uno dei primi grandi successi per Marvin.

Scritta da Nickolas Ashford & Valerie Simpson, è uno dei pezzi più romantici e più coverizzati della storia. Siamo nel 1967 quando viene pubblicato “United”, sotto la Tamla Motown. Ovviamente l’autore è l’icona della Motown Marvin Gaye, in questo lavoro accompagnato dalla talentuosa Tammi Terrell.

Album che contiene numerosi pezzi come Your Precious Love, Somethin’ Stupid e la splendida Ain’t No Mountain High Enough che è diventato uno dei brani più rappresentativi del periodo 60-70 e che consiglio vivamente a tutti!

Il feeling che c’è tra le due magnifiche personalità di Tammi e Marvin, è tale che all’epoca molti pensavano ad una storia d’amore segreta tra i due che invece erano legati da una profonda amicizia.

Alle insinuazioni fatte dalla stampa Marvin rispose con la sua innata eleganza: «Siamo entrambi innamorati quando cantiamo, ma lo siamo per la nostra canzone». Continua a leggere

SC consiglia… Marvin Gaye – Let’s Get It On

Marvin Gaye - Let's Get It On

1973 – “Let’s Get It On”, album storico per Marvin Gaye.

In questo post, vorrei consigliarvi un pezzo di colui che secondo chi vi scrive può essere considerato l’icona soul per eccellenza ovvero Marvin Gaye. In particolare oggi vi propongo Let’s Get It On, tratto dall’album omonimo del 1973.

Un pezzo emozionante, sensuale, coinvolgente che Marvin stesso all’epoca commentò dicendo che questo pezzo era così sexy, così caldo e profondo che nella sua testa sembrava facesse l’amore… «should be about making sweet love».

Forse perchè a quanto si dice in quel periodo si era innamorato di Janis Hunter (che divenne poi la sua seconda moglie), che in ogni prova e registrazione di questo pezzo, doveva essere presente in studio per volere di Marvin, per ispirare il suo animo infinitamente romantico e profondo.

Una leggenda… Let’s Get It OnContinua a leggere