Soulful Corner Awards – The Best of 2016

Soulful Corner Awards 2016Quinta edizione dei “Soulful Corner Awards”, l’ormai tradizionale rubrica di Soulful Corner in cui proviamo a stilare, secondo il nostro personale gusto, il meglio della passata stagione! Come ogni anno la scelta è stata davvero ardua, data la mole di artisti, album e brani che hanno caratterizzato il 2016, un anno veramente ricco di buona musica!

Le categorie prese in esame sono come al solito ben 22, divise per tipologia o per genere musicale, di cui 21 dedicate alla musica e 1 dedicata al cinema, argomento che ci sta sempre particolarmente a cuore.

Non vi anticipiamo altro… buona lettura e buon ascolto! Enjoy! Continua a leggere

Annunci

Soulful Corner Awards – The Best of 2015

Soulful Corner Awards 2015Il 2015 è ormai alle spalle e anche per noi di Soulful Corner è giunto il momento di tirare le somme e decretare il meglio dell’annata appena conclusa! Perciò spazio alla quarta edizione dei Soulful Corner Awards, appuntamento in cui noi dello staff di SC ci divertiamo ad assegnare i nostri riconoscimenti virtuali agli artisti e agli album che hanno rappresentato al meglio l’anno trascorso!

Anche questa volta troverete ben 22 categorie, divise per tipologie o genere musicali, inclusa una categoria dedicata al cinema, altra nostra grande passione. Per ogni categoria troverete un massimo di 3 scelte, una per ogni componente dello staff di Soulful Corner.

Scelta ardua, come sempre, ma ci auguriamo di aver colto nel segno!
Sit back, relax and enjoy! Continua a leggere

Soulful Corner Awards – The Best of 2014

Soulful Corner Awards 2014Terza edizione dei Souful Corner Awards, l’ormai consueto appuntamento in cui lo staff di Soulful Corner decreta il meglio dell’annata musicale da poco conclusasi! Il 2014 ci ha regalato tanta ottima musica, grazie ad album di ottima fattura e a brani che hanno decisamente colpito nel segno!

Difficile, se non impossibile, racchiudere in un articolo tutti gli artisti e le produzioni che ci hanno conquistato e fatto emozionare durante l’anno, ma anche questa volta ci siamo divertiti a stilare tutto ciò che secondo noi ha contraddistinto in maniera esemplare i generi musicali da noi amati.

Quest’anno troverete 22 categorie, divise per tipologia o genere musicale, una in più rispetto agli anni passati… la novità è rappresentata dalla categoria “best independent album“, che racchiude tutti quei dischi pubblicati per etichette indipendenti, a cui spesso abbiamo dedicato spazio sulle nostre pagine. Per ogni categoria come d’abitudine sono indicate al massimo tre scelte, una per ogni componente dello staff di Soulful Corner! Continua a leggere

Soulful Corner Awards – The Best of 2013

Soulful Corner Awards 2013Con la conclusione del 2013 e l’arrivo del 2014, anche per Soulful Corner arriva l’occasione di decretare “il meglio”, musicalmente parlando, dell’anno appena trascorso. Come consuetudine ci siamo divertiti ad assegnare i nostri virtuali “Soulful Corner Awards”, spaziando tra i vari generi a noi più affini!

Nel realizzare quest’articolo, e nel decretare gli awards, come sempre abbiamo tenuto in considerazione esclusivamente album e brani che ciascuno di noi ha avuto modo di ascoltare durante l’anno.

Di seguito troverete ben 21 categorie (11 generiche e 10 divise per genere musicale), in gran maggioranza incentrate sulla musica ma con l’aggiunta di una categoria dedicata al cinema. Per ogni categoria sono indicate al massimo 3 scelte, ognuna per ciascun membro del nostro staff. Buona lettura e buon ascolto! Continua a leggere

Round Midnight [1986]

Round Midnight

Dale Turner, all’inizio del film… racconta la sua storia.

«Sono stanco di tutto, tranne che della musica.»
[cit. Dale Turner]

Spiegare il jazz, dargli una definizione, non è cosa semplice. Ci sono troppe sfumature, troppi personaggi, troppe storie da raccontare. Perfino uno dei capisaldi della storia del jazz, il pianista Thelonious Monk, una volta commentò: «I don’t have a definition of jazz. You’re just supposed to know it when you hear it». Eh si… non c’è una definizione, bisogna solo ascoltarlo e poi, forse, capirai cos’è.

La mia citazione non è casuale, ho scelto Monk perché è legato al film del quale sto per parlarvi. “Round Midnight”, film del 1986, diretto da Bertrand Tavernier. ‘Round Midnight, è anche il titolo di uno degli standard più importanti ed influenti della storia del jazz, ripreso praticamente da tutti i più grandi jazzisti contemporanei e non (da Miles Davis a Herbie Hancock, da Dizzy Gillespie a Chet Baker), composto dal genio di Thelonious Monk, nel 1944. Continua a leggere

Soulful Corner Awards – The Best of 2012

Soulful Corner Awards 2012Con il 2012 ormai alle spalle, è giunto il momento anche per noi di Soulful Corner di tirar le somme dell’anno appena trascorso. Per questo motivo abbiamo pensato di realizzare un articolo sul meglio del 2012, assegnando i nostri virtuali “Soulful Corner Awards”!

La scelta è stata decisamente ardua anche perchè, come potete ben immaginare, non è mai facile paragonare artisti e dischi tra loro molto diversi, decretando quale sia il migliore in assoluto. Tuttavia ci abbiamo provato e ci siamo divertiti nel realizzare un riepilogo del 2012 scegliendo i lavori e gli artisti più rappresentativi dell’anno.

In qualche caso troverete in elenco album ufficialmente usciti nel 2011, ma che abbiamo deciso di prendere comunque in considerazione, in quanto hanno avuto una discreta diffusione lungo il 2012. Ovviamente nel realizzare quest’articolo e nel decretare gli awards, abbiamo tenuto in considerazione esclusivamente album e brani che ciascuno di noi ha avuto modo di ascoltare durante l’anno. Continua a leggere

Cadillac Records [2008]

«…la prima volta che una ragazza si sfilò le mutandine e le gettò sul palco, avvenne per un fratello che suonava il blues, poi quando lo fecero le ragazze bianche, lo chiamarono rock’n’roll…»

Cadillac Records

Locandina del film.

Dopo un bel po’ di tempo torno a parlarvi di cinema e vorrei farlo raccontandovi di Cadillac Records”, un film che parla di blues, della sua storia e in particolare della storia di una delle etichette discografiche più importanti per questo genere: la Chess Records. Il film è caratterizzato dalla presenza di Willie Dixon (interpretato da Cedric the Entertainer) che fa da narratore dei fatti e ci accompagna per tutta la durata dell’opera.

Tutto ha inizio nel 1941 quando Leonard Chess (interpretato da Adrien Brody), carrozziere polacco trasferitosi a Chicago in cerca di fortuna, decide di cambiare lavoro e aprire un club per “musicisti neri” come vengono definiti nel film. Nel frattempo una futura stella del blues è a casa sua, una vecchia baracca nelle distese agricole del Mississippi.

Dopo un’intensa giornata a lavorare la terra e cantare blues, costui riceve una visita da due individui “giacca e cravatta”: sono un produttore e un docente universitario, inviati, dalla Biblioteca del Congresso, in giro per i campi a registrare musica folk. Continua a leggere